Calcio

Prandelli: “Ricominciare? La salute ha più valore dell’aspetto economico”

L’ex ct della Nazionale: “Non capisco tutta questa fretta di ripartire...”

Cesare Prandelli, intervistato da Donatella Scarnati, racconta come sta vivendo questo momento di emergenza.

L’ex ct della Nazionale è stato toccato in prima persona dal dramma che ha colpito Orzinuovi, suo paese natale nella provincia di Brescia, dove, com'è successo a molti in questo periodo, a causa del Covid-19 ha perso cari amici a cui non ha potuto dare l’ultimo saluto: “È una cosa che ancora non riesco a metabolizzare, è umanamente inaccettabile”.

DIFFICILE PARLARE DI CALCIO
È un momento alquanto particolare per parlare di calcio precisa Cesare Prandelli che ha commentato in modo molto chiaro le sue idee sulle discussioni che si stanno succedendo in questi giorni per la ripartenza del campionato: “Certo se ne sta parlando e provo ad immaginare alcune volte come potrebbe ripartire ma non capisco perché ci sia tutta questa fretta”.

LA BUNDESLIGA RIPARTE
“Probabilmente hanno le garanzie che non succederà nulla, forse dovremmo capire come fanno anche se sinceramente mi sembra un po’ complicato. Cosa succederà se dovessero trovare un giocatore positivo?” Si chiede Prandelli.

IL VALORE DELL’ASPETTO ECONOMICO
“Nulla di nuovo per il calcio - dice l’ex c.t. Azzurro commentando il problema economico che gira intorno al mondo del pallone, tra i temi di discussione – Non mi meraviglio che possa essere determinante ma mi chiedo se abbia ancora un valore. Un controsenso rispetto alla cosa più importante che abbiamo: la vita, la salute di tutti”.

SIAMO PRONTI AD ACCETTARE UN CALCIO COSÌ?
Il piano della ripartenza della Serie A prevede di tenere giocatori e staff in isolamento ed eseguire tamponi per verificarne lo stato di salute. Cesare Prandelli si chiede se in un periodo dove ancora ci sono centinaia di morti lo spirito degli italiani è pronto ad accettare un campionato così: “Per quanto mi riguarda siamo ancora in emergenza”.

IPOTESI PLAY-OFF
“Se siamo costretti a concludere il campionato potrebbe essere un’ipotesi, però è un po’ difficile programmare. Potremmo aspettare di capire se il modello della Bundesliga funziona e prendere esempio da loro”.


					

Potrebbero interessarti anche...


					
						

Altri video da Calcio