Contador sull'Etna

Una impresa senza precedenti. Fa il vuoto e lascia tutti dietro
[an error occurred while processing this directive]
15-05-2011

Contador sull'Etna

Una impresa senza precedenti. Fa il vuoto e lascia tutti dietro

Contador si alza in piedi e scruta le prossime tappe del Giro dalla vetta dell'Etna da fuoriclasse. Lo spagnolo ha lasciato il suo segno sulla prima tappa insidiosa prima del cambio di versante: dal Tirreno all'Adriatico. Vince in scioltezza ed erutta energia. Su questo giro oggi ha messo la firma. Indossa la maglia rosa e da domani inizia un altro film.

 

Da Taormina la corsa inizia a farsi interessante. E' stato un susseguirsi di scatti che hanno provato un po’ tutti. La presenza di Lastras della Movistar preoccupa tutti tra i nove corridori in testa alla corsa. In classifica è l'uomo più vicino alla maglia rosa. E' il più generoso di tutti in questa fase e fa l'andatura. A 80 km dall'arrivo, Savini, Bakelandts,Cherel, Frank, Horrach, Vanotti, Lastras, Visconti e Popovych hanno 1'30 su Belkov e 4'30" sul gruppo.

 

A 65 km dall'arrivo, i fuggitivi hanno 1'59" su Belkov che ha contrattaccato e 4'23" sul gruppo dei migliori. Lampre Isd in testa al gruppo e poi la Liquigas.Ai -40, Savini, Bakelandts,Cherel, Frank, Horrach, Vanotti, Lastras, Visconti e Popovych hanno 3'46" sul gruppo Contador si ferma e cambia bicicletta: ora ha quella per la salita.

 

Ai -31 il vantaggio del gruppo si dilata a 4'15". I big non si scoprono. C'è ancora poco da fare, mancano 5km alle porte di Nicolosi da dove parte la salita. Vanotti cerca di rendersi utile per Nibali, rilancia l'azione Visconti. Aumenta l'andatura e io gruppo inizia a selezionarsi. Il vento all'inizio della salita è contrario. La Liquigas corre con attenzione. Si giunge al dunque. Visconti reagisce subito appena iniziata la salita. Vanotti appare in difficoltà dopo l'attacco di Bakelandt ma rientra subito.

 

Questa tappa è diventata una partita a scacchi. Lastras è maglia rosa virtuale. Di Luca, dal quale ci si attendeva un acuto, perde posizioni e la sua pedalata diventa pesante. Vanotti sembra desistere con Visconti che gioca a ruoli invertiti con Bakelandt. Il vento è contrario e a tratti anche laterale. Franck prova l'attacco mentre si tagliano i -15. Dai -15 ai -10 la pendenza media è di 6.4%, uno dei punti più duri. Contador viene pilotato da Didier e mantiene il controllo dei suoi diretti avversari.

 

2'30" il ritardo ma Bakelandts mantiene con Franck e Visconti che rimane in testa. Lastras si ferma per un problema meccanico e perde secondi preziosi. Salerno tira Nibali. 2 minuti di vantaggio sui battistrada ai -10. E' stato superato il passaggio più critico. La salita adesso diventa più dolce ma davanti c'è ancora qualche dente insidioso.

 

Weening, maglia rosa, appare in difficoltà dopo poco dirà addio alla sua maglia conquistata a Orvieto. Bakelandts ci crede. Visconti si siede sulla sella e cerca di tenere il passo su uno dei tratti più difficili intorno ai -7. Mentre tutti studiano si infiamma la corsa. Contador mette la freccia e scatta. Scarponi gli va dietro. Nibali non risponde. Scarponi si riporta sulla ruota dello spagnolo. Sono i più veloci. Ruiano viene ripreso insieme a Visconti. Contador, con l'antipasto di ieri a Tropea, dice che c'è. Nibali parte e si alza sui pedali. Forse un po’ tardi.

 

Contador allunga, sembra salire a gravità zero. Scarponi al secondo allungo crolla. adesso nel mirino c'è Bakelandts. L'attacco dello spagnolo è partito ai -7 per rompere il ritmo. Sente forti le gambe e anche i polmoni. Rilancia con agilità l'andatura. ai - 5 Contador si risiede ma sembra averne ancora tanta. E' scattato nel punto più duro. Si fa il vuoto dietro di lui. Si sale a una media di 32 km/h.

 

Nibali rimane il grande assente di questa tappa. Poi la festa solo per lo spagnolo mentre Vincenzo sorride in Tv a denti stretti e Scarponi non ha parole per lo scatto vincente. Alberto Sorride e bacia la maglia. Sarà difficile toglierla. Il verdetto di oggi è quasi inappellabile

 

Pietro Plastina

Rai.it

Siti Rai online: 847