Club - Una gita scolastica

UNA GITA SCOLASTICA di Pupi Avati – I – 1983 – 90’
Con Carlo Delle Piane, Tiziana Pini, Rossana Casale, Marcello Cesena
Bologna, primavera 1914. Il professor Carlo Balla (Delle Piane) e la professoressa Stanziani (Pini) guidano i loro alunni in una gita scolastica che li porterà dalla città felsinea a Firenze, attraversando a piedi l’Appennino. Da tempo Balla nasconde alla collega i sentimenti che nutre per lei, indeciso se rivelarli o meno. Seppur inconsapevolmente, ad aiutare il timido professore a prendere una decisione sarà la stessa Stanziani, protagonista di un flirt con un suo studente. Non sempre un successo commerciale è sinonimo di scadente qualità, e il film del regista bolognese ne è la conferma. Autore fino a quel momento di una filmografia caratterizzata da lavori non perfettamente riusciti e veri e propri cult (“La casa dalle finestre che ridono” su tutti), con “Una gita scolastica” Avati centra il bersaglio utilizzando quello che sarà poi il suo porta fortuna, cioè raccontare la nostalgia. Straordinario Carlo Delle Piane, praticamente (ri)scoperto da Avati dopo un lungo oblio che aveva tenuto l’attore abruzzese lontano dal grande cinema. Quello dei tempi di Totò. Scheda a cura di Umberto Berlenghini

Cinema
Club - Una gita scolastica
UNA GITA SCOLASTICA di Pupi Avati – I – 1983 – 90’
Con Carlo Delle Piane, Tiziana Pini, Rossana Casale, Marcello Cesena
Bologna, primavera 1914. Il professor Carlo Balla (Delle Piane) e la professoressa Stanziani (Pini) guidano i loro alunni in una gita scolastica che li porterà dalla città felsinea a Firenze, attraversando a piedi l’Appennino. Da tempo Balla nasconde alla collega i sentimenti che nutre per lei, indeciso se rivelarli o meno. Seppur inconsapevolmente, ad aiutare il timido professore a prendere una decisione sarà la stessa Stanziani, protagonista di un flirt con un suo studente. Non sempre un successo commerciale è sinonimo di scadente qualità, e il film del regista bolognese ne è la conferma. Autore fino a quel momento di una filmografia caratterizzata da lavori non perfettamente riusciti e veri e propri cult (“La casa dalle finestre che ridono” su tutti), con “Una gita scolastica” Avati centra il bersaglio utilizzando quello che sarà poi il suo porta fortuna, cioè raccontare la nostalgia. Straordinario Carlo Delle Piane, praticamente (ri)scoperto da Avati dopo un lungo oblio che aveva tenuto l’attore abruzzese lontano dal grande cinema. Quello dei tempi di Totò. Scheda a cura di Umberto Berlenghini

08/08/2013

Club - Una gita scolastica

UNA GITA SCOLASTICA di Pupi Avati – I – 1983 – 90’
Con Carlo Delle Piane, Tiziana Pini, Rossana Casale, Marcello Cesena
Bologna, primavera 1914. Il professor Carlo Balla (Delle Piane) e la professoressa Stanziani (Pini) guidano i loro alunni in una gita scolastica che li porterà dalla città felsinea a Firenze, attraversando a piedi l’Appennino. Da tempo Balla nasconde alla collega i sentimenti che nutre per lei, indeciso se rivelarli o meno. Seppur inconsapevolmente, ad aiutare il timido professore a prendere una decisione sarà la stessa Stanziani, protagonista di un flirt con un suo studente. Non sempre un successo commerciale è sinonimo di scadente qualità, e il film del regista bolognese ne è la conferma. Autore fino a quel momento di una filmografia caratterizzata da lavori non perfettamente riusciti e veri e propri cult (“La casa dalle finestre che ridono” su tutti), con “Una gita scolastica” Avati centra il bersaglio utilizzando quello che sarà poi il suo porta fortuna, cioè raccontare la nostalgia. Straordinario Carlo Delle Piane, praticamente (ri)scoperto da Avati dopo un lungo oblio che aveva tenuto l’attore abruzzese lontano dal grande cinema. Quello dei tempi di Totò. Scheda a cura di Umberto Berlenghini

  • visualizzazioni
  • condividi
  • pubblicato 08/08/2013
  • voto
    ; ; ; ; ;