Palermo e Verona di forza

Lo Spezia fa festa a Crotone, vince anche il Perugia

1545948771040_GettyImages-1075229556.jpgIl Palermo si conferma solitaria in vetta del campionato di B dopo la 18esima giornata di andata. Nonostante una situazione societaria ancora 'in fieri' e la pressione di un Brescia andato a segno il giorno prima, i rosanero sfruttano il terreno di casa e battono l'Ascoli per 3-0. I rosanero trovano il vantaggio al 26' con un'autorete di Perucchini, soffrono il giusto e chiudono i conti al 29' del secondo tempo con Chochev. A due minuti dalla fine il tris e' servito da Szyminski.

Va nettamente al Verona il derby veneto di alta classifica al Bentegodi contro il Cittadella. Il 4-0 dell'Hellas porta la firma, innanzitutto, di Pazzini: l'ex rossonero, nonostante la fitta nebbia, ci vede benissimo e chiude in pratica i conti con una doppietta nel primo parziale (10' e 32'). Nella ripresa fa addirittura tris su rigore al 37', mentre il poker e' calato al 45' da Tupta. Anche all'Euganeo di Padova c'e' la nebbia e il Benevento passa per 1-0 con la rete decisiva, al 35' della ripresa, di Ricci.

Netta affermazione interna del Perugia, che liguida il Foggia per 3-0. Gli umbri si rendono la vita facile e, dopo 27', sono gia' sul 2-0 in virtu' di una doppietta di Konan, in gol anche al 13'. Nel recupero, fa definitivamente scorrere i titoli di coda Vido.

Sente aria di play-off lo Spezia, che mette in crisi il Crotone: i liguri violano il campo dei calabresi per 3-0: sblocca il risultato dopo 13' De Francesco, nella ripresa sale in cattedra Pierini, in gol al 34' e al 45' (su rigore).

Pari senza reti tra Cosenza e Salernitana. Con un gol di Brugman al 29' della ripresa, il Pescara doma per 1-0 il Venezia.

Negli anticipi di ieri, vittoria casalinga per il Brescia, che pensa in grande battendo la Cremonese per 3-2 grazie alla rete al novantesimo timbrata da Ndoj. Nel primo tempo, doppio vantaggio delle 'Rondinelle' con Spalek (22') e Bisoli (42'), nella ripresa la doppietta di Piccolo (8' e, su rigore, 42') che aveva illuso gli ospiti.

Il Carpi perde invece in casa la sfida salvezza con il Livorno, che si impone con un largo 4-1, a dimostrazione dell'efficacia della cura Breda: dopo il botta e risposta tra Pedrelli (10') e Di Noia (24'), i toscani dilagano nel secondo tempo con Murilo (9') e una doppietta di Giannetti (38' e 50'). Ha riposato il Lecce.

 

  • visualizzazioni
  • condividi
  • pubblicato27.12.2018
  • voto [an error occurred while processing this directive]
    ;;;;;
contenuti correlati