Contro l'Atalanta Mazzarri ritrova Palacio

Il tecnico nerazzurro: "Mi aspetto molto da Hernanes, presto sarà determinante"

Mazzarri,con Atalanta serve gran partita"Contro l'Atalanta dovremo fare una grande partita, nelle precedenti gare avrebbero meritato di più, giocano bene e sono sempre carichi, tutte le squadre che affrontano l'Inter tirano sempre fuori qualcosa in più". Dopo il pareggio di Palermo la formazione nerazzurra riparte con l'obiettivo di portare a casa i tre punti nella sfida di campionato in programma domani a San Siro contro la squadra di Colantuono, sottolinea il ct Walter Mazzarri nella conferenza stampa della vigilia ad Appiano Gentile.

Nella sfida con i bergamaschi Mazzarri pensa ad alcuni cambi per far rifiatare chi è più stanco. "Giocando ogni 2-3 giorni ho fatto una rotazione che voglio fare tutto l'anno. In molti ruoli ho dei co-titolari, oggi nel calcio moderno bisogna sempre essere al massimo, normale che se giochi tre partite di seguito per 90' non hai energie psicofisiche. Guarin sta bene. Per Palacio è arrivato il momento di giocare dall'inizio e vedere fino a dove arriva il suo rendimento in base allo stato attuale di forma. Era previsto che giocasse dal primo minuto, la caviglia non gli dà fastidio, vedremo dove arriverà come minutaggio".

Con 5 punti la formazione nerazzurra vede allargarsi il gap con la testa della classifica con Roma e Juventus a +4. "Dobbiamo ancora affrontarle, è facile fare subito dei bilanci. Dipende anche dal calendario e dal momento, sono arrivati giocatori nuovi. Una società seria -aggiunge il tecnico livornese- fa queste considerazioni. A parte questi due pareggi questo processo di crescita sta andando bene. L'importante è avere le idee chiare, poi più avanti si potrà parlare di ambizioni e obiettivi".

Tra le note positive in casa nerazzurra l'avvio di Mateo Kovacic, 5 gol in 5 partite: "Lo speravo e ringrazio i miei collaboratori che hanno lavorato molto con lui, sta in campo in un altro modo, sbaglia meno passaggi, quando deve dare palla la dà, si muove meglio in campo, è un giocatore che ha margini enormi di miglioramento", spiega Mazzarri.

"Hernanes? Da lui si aspettano tutti di più. A parte l'altro giorno quando ha fatto errori non da lui, non l'ho mai visto male, lo aspettiamo e vedrete che presto sarà determinante nel risultato", precisa l'allenatore dell'Inter. Per fare il salto di qualità Mazzarri chiede ai suoi quel qualcosa in più che hanno avuto squadre come Juventus e Roma: "E' importante avere bravura, cattiveria e la fortuna di sbloccare le partite, per le grandi squadre è sempre quello il problema prioritario, anche Juve e Roma, hanno sempre sudato fino al gol. Loro sono stati più bravi e cattivi a segnare, poi le partite sono state in discesa. Dobbiamo esser più bravi a sbloccare, una qualità che l'anno scorso abbiamo avuto poco".

  • visualizzazioni
  • condividi
  • pubblicato23.09.2014
  • voto
    00
    ;;;;;