E' ufficiale: Conte alla guida dell'Inter

'E' un nuovo capitolo della mia vita'. Zhang: 'E' uno dei migliori'

1559372949684_c017b131576e88bb2fab50ed83486b.jpgIl tempo delle indiscrezioni e' finito.

Il giorno dopo aver salutato Luciano Spalletti, l'Inter da' il benvenuto ad Antonio Conte. Sara' l'ex ct azzurro a guidare i nerazzurri dalla prossima stagione: l'ufficialita' e' arrivata in mattinata, con un comunicato sul sito del club.

"Sono sicuro che Antonio Conte sia uno dei migliori allenatori che esistano - lo accoglie il presidente Steven Zhang - Sono certo che ci aiutera' a raggiungere il nostro obiettivo, a realizzare la nostra missione che e' sempre la stessa: riportare questo club tra i migliori al mondo".

"Inizia un nuovo capitolo della mia vita, sono entusiasta - le parole invece di Conte - Cerchero' con il lavoro di ricambiare tutta la fiducia che il presidente e i dirigenti hanno riposto in me. Ho scelto l'Inter per la societa', per la serieta' e l'ambizione del progetto. Per la sua storia. Mi ha colpito la chiarezza del club e la voglia di riportare l'Inter dove merita".

Conte torna dunque al lavoro dopo essere rimasto fermo un anno. Il 48enne tecnico salentino, che ha mosso i primi passi come vice di De Canio al Siena nel 2005, dopo la gavetta fra Bari, Atalanta e Siena (due promozioni in A conquistate) e' stato il principale artefice della rinascita della Juventus, di cui era stato capitano da calciatore: il ciclo degli otto scudetti di fila nasce proprio sotto la sua guida, nell'estate 2012.

Nelle tre stagioni sulla panchina bianconera, Conte conquista tre titoli (il primo da imbattuto e il terzo col record di punti, 102) e due Supercoppe italiane oltre a una finale di Coppa Italia, una semifinale di Europa League e un quarto di finale in Champions.

Dopo il burrascoso divorzio (lascera' i bianconeri il 15 luglio 2014, al secondo giorno di ritiro), la parentesi Nazionale dove, ribaltando tutti i pronostici, porta gli azzurri fino ai quarti di Euro2016, eliminati solo ai rigori dalla Germania campione del mondo.

A seguire l'esperienza inglese, al Chelsea: Premier League vinta al primo tentativo contro i vari Guardiola, Klopp, Wenger e Mourinho mentre nella seconda stagione conquista la FA Cup.

Il quinto posto finale in campionato e la mancata qualificazione alla Champions portano pero' a un divorzio che finira' in tribunale, con Conte che vincera' la causa.

Ora, dopo un anno da spettatore, una nuova sfida: rilanciare l'Inter e interrompere il dominio della sua vecchia fiamma.

  • visualizzazioni
  • condividi
  • pubblicato31.05.2019
  • voto
    00
    ;;;;;