Bernardeschi: "Un gruppo straordinario"

L'azzurro pronto per la doppia sfida europea: "Abbiamo grandi obiettivi"

1559484645374_GettyImage-175162160.jpgSecondo giorno di lavoro a Coverciano per gli Azzurri, in vista del doppio confronto di qualificazione ai prossimi Europei 2020 contro Grecia (8 giugno ad Atene) e Bosnia (11 giugno a Torino).

Due sfide che potrebbero rappresentare già un momento spartiacque nella storia del girone.        

Dall'aula magna del Centro Tecnico Federale, in conferenza stampa, Federico Bernardeschi non si è nascosto e ha lanciato un chiaro messaggio in vista del futuro: ''È giusto sognare in grande e porsi degli obiettivi ambiziosi. Vogliamo andare alla fase finale del prossimo Europeo e vincere la massima competizione continentale per Nazionali. L'anno prossimo avremo un anno di esperienza in più alle spalle e dovremo arrivare pronti per giocarci al meglio Euro 2020.        

''Questo è un gruppo straordinario - ha commentato il centrocampista   della Juventus - ed è amalgamato benissimo, perché combina giocatori   di esperienza con giovani di grande talento. Credo si possa essere tutti d'accordo nell'affermare che questa Italia sia la Nazionale a   cui aspiravamo da tempo, perché è piena di calciatori dalle ottime   capacità e soprattutto è formata da 'uomini'. Il Ct Mancini ha   lavorato egregiamente sin da subito per creare questa combinazione,   lanciando e mantenendo i ragazzi più giovani nel gruppo.''

Poi un appunto sulla sua posizione in campo e su quale ruolo preferisca ricoprire: ''Nel calcio moderno penso che un giocatore debba sapersi adattare e poter ricoprire così più ruoli. Non  importa se uno sia schierato più centrale, più avanti o più indietro: è fondamentale che ci sia corsa, qualità e atleticità nella prestazione del calciatore. Bisogna mettersi a disposizione dell'allenatore e dare il meglio per il bene della squadra; poi è ovvio che ci sarà sempre un ruolo in cui il giocatore riesca ad esprimere il proprio potenziale al meglio".

"Giocare vicino alla porta facilita senza dubbio la possibilità di realizzare più reti nell'arco di una stagione, anche perché partendo da più dietro e dovendo coprire più metri di campo accade più spesso di arrivare meno lucidi al momento della finalizzazione: su quest'ultimo punto voglio migliorarmi.''        

Infine Bernardeschi ha inviato un messaggio alle Azzurre, proprio oggi  in partenza per Valenciennes, dove domenica prossima, 9 giugno, esordiranno nel Mondiale contro l'Australia: ''Mando un grandissimo in  bocca al lupo alle ragazze della Nazionale femminile, che in Francia   rappresenteranno il nostro Paese. Voglio dire alle nostre Azzurre che   tutti noi tifiamo per loro e che le seguiremo con grande attenzione.''

  • visualizzazioni
  • condividi
  • pubblicato02.06.2019
  • voto
    00
    ;;;;;