Berlusconi consiglia Montella

"Il Milan cambi tattica"

1494271038792_627571402.jpgDa poco meno di un mese Silvio Berlusconi non è più il proprietario del Milan ma in queste quattro settimane ha continuato a seguire la squadra a distanza con la stessa passione di sempre. Così il magro bottino di due punti in quattro partite dopo il closing del 13 aprile con la qualificazione all'Europa League ancora in bilico non lo ha soddisfatto affatto, tanto da offrire nuovi consigli a Vincenzo Montella: "Speriamo che cambi la formazione, non negli uomini ma nella tattica. Io sono sempre più un tifoso del Milan".

Una nuova stoccata ad un tecnico che dopo un avvio promettente ha perso in fretta i consensi presidenziali. E a chi gli fa notare che da quando il club è passato di mano a Yonghong Li la squadra non è ancora riuscita a vincere, forse anche per la sua mancanza, Berlusconi risponde "di non volersi esprimere in alcun modo". "Sapete - aggiunge il Cavaliere -, da quando sono entrati nel mondo del calcio i soldi del petrolio una squadra che vuole essere ai livelli del Milan vuole risorse che non possono essere spese da una sola famiglia. E infatti sono stato dolorosamente costretto alla cessione del club".

Un club che oggi ha visto una giornata importante in in sede. Oggi un via vai di agenti e procuratori a Casa Milan per incontrare l'ad Marco Fassone e il ds Massimiliano Mirabelli: Sergio Barila è passato per parlare del futuro di Carlos Bacca, ormai fuori dal progetto di Montella e in panchina da tre partite consecutive; gli agenti di Suso per discutere il rinnovo di contratto dello spagnolo, in scadenza 2019 (filtra ottimismo); e poi sono stati avvistati Fabio Parisi, Gustavo Mascardi e Roberto Calenda, procuratore di Keita, obiettivo del nuovo Milan ma su cui è tanta la concorrenza (Juventus su tutte).

Montella intanto si augura che dal brutto crollo contro la Roma il suo Milan possa rialzarsi: sabato sera la trasferta a Bergamo contro l'Atalanta, da affrontare senza Ocampos e Paletta squalificati, è "decisiva" come l'ha definita lo stesso allenatore rossonero. Il Milan, "in linea con gli obiettivi", non vince in campionato da un mese: urge una rapida inversione di tendenza per blindare il sesto posto e tornare dopo tre anni in Europa. 
 

  • visualizzazioni
  • condividi
  • pubblicato08.05.2017
  • voto
    00
    ;;;;;