Grandi Eventi

Tokyo 2020

Martinenghi è bronzo nei 100 rana

Dal nuoto arriva la sesta medaglia per l'Italia
Credits © Getty  Nicolò Martinenghi
Nicolò Martinenghi
Nicolo' Martinenghi ha vinto la medaglia di bronzo nella finale dei 100 rana ai Giochi di Tokyo.

L'azzurro ha chiuso in 58"33. Oro al britannico Adam Peaty (57"37), argento all'olandese Arno Kamminga (58"00).

"Questa medaglia di bronzo e' una cascata di emozioni. Questa gara l'ho cercata e l'ho voluta, ho sempre sognato quegli ultimi 15 metri, in ogni allenamento. Non so davvero cosa dire".

Queste le prime parole di Nicolo' Martinenghi dopo la vittoria del bronzo olimpico nei 100 rana.

"Voglio dedicare questa medaglia a tantissime persone: al mio team, alla famiglia, alla ragazza, agli amici e a chi mi e' stato vicino anche solo con un messaggio. Ma c'e' una dedica speciale in piu' per il mio primo allenatore, Franco: sta vivendo un momento un po' difficile e spero che questa medaglia lo aiuti moltissimo".

"Da un momento all'altro probabilmente capiro' cosa ho fatto, quanto e' importante questa medaglia. Per ora mi godo il momento, sto navigando su un'onda altissima e non posso che continuare a surfarla - ha spiegato l'azzurro - Ieri sera ho fatto fatica ad addormentarmi, tanti pensieri mi sono passati per la testa. Anche ricordando la tradizione vincente della rana italiana: sono contentissimo di essere entrato in questo Olimpo. Il mio obiettivo era questo e ora posso dirlo. Sapevo di potermi giocare qualcosa di buono e cosi' e' stato".

"Credo che non si possa vincere se prima non si perde, in particolare modo nel mio caso: ho sempre vinto nell'ambito nazionale con ottime prestazioni in circostanze semi importanti, ma quando magari bisognava esserci, a volte non c'ero o per varie ragioni ho fatto fatica".

Analizza e racconta il suo percorso verso la maturita' Nicolo' Martinenghi, nel giorno in cui festeggia la medaglia di bronzo vinta nei 100 rana ai Giochi di Tokyo.

"Quest'anno ho capito una cosa importante  - racconta il varesino in zona mista -: la mia vita non e' solo il nuoto, quindi non e' quello che faccio in acqua che determina la mia persona. Pero' questo sport mi sta aiutando molto a crescere perche' mi sta insegnando tante cose. Una di queste e' riuscire a vincere dopo una sconfitta. Credo che la frase fatta 'lo sport e' una lezione di vita continua' sia da tenere in considerazione, spesso viene sottovalutata ma mi rendo conto ora di quanto sia importante".
 

					

Potrebbero interessarti anche...


					

Altri articoli da Grandi Eventi