Tennis

Tennis

Berrettini: "Volevo andare a Tokyo anche rotto"

Il tennista romano: "Era l'appuntamento che aspettavo da 2 anni. Ora l'obiettivo è Parigi"
Credits © Getty Matteo Berrettini
Matteo Berrettini
"Era un appuntamento che aspettavo da due anni, visto il rinvio. Fino all’ultimo ho pensato di andare a Tokyo anche 'rotto', ma non avrebbe avuto senso, non sarei riuscito a fare quello che volevo, cioè lottare per una medaglia. Inoltre rischiavo di peggiorare l’infortunio. Dopo lunghe riunioni con il team ho deciso di lasciar perdere".

Matteo Berrettini esprime così il suo rammarico per il forfait dell'ultima ora ai Giochi Olimpici.

"Fin da piccolo vivere nel villaggio a contatto gli altri atleti era uno dei mei sogni. Altri la pensano diversamente, ma io non giudico. Va detto che è un’edizione difficile per via delle restrizioni e della mancanza di pubblico. Ora Parigi 2024 per me diventa un obiettivo ancora più importante".

"Djokovic vincerà l'oro? È il più forte, e quello che sa gestire meglio certe situazioni. Però non è scontato. Senza pubblico, due set su tre e con le aspettative che si ritrova, non è un compito facile. Tanti possono metterlo in difficoltà".

					

Potrebbero interessarti anche...


					

Altri articoli da Tennis