Calcio

Lazio

Striscione contro Hysaj: il club condanna

Non si placano le polemiche per il canto di "Bella Ciao" del neo acquisto della Lazio
Striscione contro Hysai
Striscione contro Hysai
Le polemiche scaturite dal canto "Bella Ciao" di Elseid Hysaj non si placano. Anzi, aumentano.

Il giocatore e' stato contestato da una parte della tifoseria del team capitolino. E' di ieri sera uno striscione con scritto "Hysaj verme, la Lazio e' fascista", firmato "Ultras Lazio".

Oggi, sulla questione, e' intervenuta direttamente la societa' capitolina. "La Lazio condanna fermamente il vergognoso striscione esposto contro il calciatore Elseid Hysaj. Non e' il primo episodio di questo tipo. Noi non saremo mai dalla parte di chi nega i valori dello sport. Siamo senza indugio invece dalla parte del nostro atleta e di tutti gli altri calciatori impegnati in queste settimane nel ritiro precampionato. Prendiamo nettamente le distanze da chi vuole strumentalizzare per fini politici questa vicenda che danneggia la squadra, tutti i tifosi laziali e la societa'", si legge in un apposito comunicato diffuso dal club biancoceleste.

"Non ci faremo intimidire da chi usa toni violenti ed aggressivi: per loro non c'e' alcuno spazio nel nostro mondo che invece e' ispirato ai sani valori sportivi della lealta' e della competizione, del rispetto reciproco e della convivenza civile ed indirizzato al superamento di tutti gli steccati di carattere sociale, culturale, economico e razziale", aggiungono dalla Lazio.

					

Potrebbero interessarti anche...


					

Altri articoli da Calcio