Calcio

Euro 2020

Dal Quirinale a Palazzo Chigi e il giro in bus: la festa degli Azzurri

La Nazionale di calcio, quella di atletica U23 e Berrettini ricevuti dal Presidente della Repubblica e del Consiglio. Poi la festa con i tifosi per le strade di Roma
Credits © Getty La Nazionale sul bus festeggia a Roma con i tifosi
La Nazionale sul bus festeggia a Roma con i tifosi
"I vostri successi sono stati straordinari".

Il premier Mario Draghi applaude gli atleti italiani ricevuti oggi a Palazzo Chigi, gli azzurri del calcio campioni d'Europa "dopo oltre 50 anni", il tennista Matteo Berrettini "primo italiano a giocare una finale di Wimbledon in quasi un secolo e mezzo di storia", e la nazionale di atletica under 23 che ha chiuso al primo posto il medagliere degli Europei di categoria, "unica volta in 13 edizioni".
"Ci avete fatto emozionare, commuovere, gioire, abbracciare - ha proseguito - Sono sempre stato molto orgoglioso di essere italiano ma questa volta abbiamo festeggiato insieme le vostre vittorie: quello di cui ci avete resi orgogliosi e' di essere uniti in queste celebrazioni anche in nome dell'Italia. Lo sport segna la storia delle nazioni, ogni generazione ha i suoi ricordi e oggi siete voi a essere entrati nella storia, coi vostri sprint, i vostri servizi, i gol, le parate, e che parate - ha detto ancora Draghi cercando con lo sguardo Donnarumma -, con lo spirito di squadra, col gioco di squadra forgiato dal ct Mancini, con i vostri sforzi e sacrifici, penso alle lacrime di Spinazzola".

Draghi cita le famiglie degli atleti, "che sono state molto pazienti", e si congratula per aver "rafforzato in tutti noi il senso di appartenenza all'Italia. Ci avete messo al centro dell'Europa". 

"Lo sport insegna, unisce, fa sognare, e' un grande ascensore sociale - ha insistito Draghi - Un argine al razzismo, uno strumento di coesione soprattutto in un periodo difficile come quello che abbiamo vissuto. Il governo ha deciso di investire nell'attivita' sportiva, e molto, e ringrazio il sottosegretario Vezzali per dirigere questo investimento. Vogliamo aiutare la prossima generazione di campioni, occorre coltivare quella generazione che vede in voi dei modelli".

Il premier ha infine fatto il suo in bocca al lupo agli atleti che andranno ai Giochi di Tokyo: "L'Italia vi accompagna nella vostra rincorsa verso la gloria delle Olimpiadi, abbiamo voglia di vivere altre notti magiche come quelle che abbiamo vissute in questi giorni".
Prima ancora la delegazione azzurra era stata ricevuta al Quirinale dal Presidente della Repubblica Sergio Mattarella.

"Non e' il giorno di discorsi ma di applausi e ringraziamenti. Ieri sera avete meritato di vincere ben al di la' del risultato perche' avete disputato questa partita con due pesanti handicap: giocare in casa degli avversari, in quello stadio, e il gol a freddo che avrebbe messo in ginocchio chiunque. E' stata un'impresa, che avete meritato piu' di quanto dica il punteggio".

"Siete stati accompagnati dall'affetto degli italiani in queste partite e li avete ricambiati, rappresentando bene l'Italia e rendendo onore allo sport".

"Negli Europei - ha detto ancora Mattarella - avete reso onore allo sport per diversi motivi: per il gioco espresso, che ha fatto divertire voi e tutti quelli che vi guardavano; per aver manifestato il legame comune che vi ha unito in tutto questo lungo percorso, questa armonia di squadra che si e' manifestata anche nel gioco".

Mattarella ha poi ringraziato Mancini "per la fiducia che ha manifestato sin dall'inizio del suo incarico, per la rivoluzione che ha introdotto nell'impostazione del gioco, per l'accurata preparazione di ogni partita".

Il Capo dello Stato ha poi condiviso la dedica a Davide Astori fatta da Chiellini e ha sottolineato come Vialli abbia "espresso i sentimenti e l'emotivita' che noi avvertivamo". "Avete pienamente meritato questo titolo", la chiosa di Mattarella.

Dopo i ricevimenti, ai Giardini del Quirinale e a Palazzo Chigi, il bagno di folla per il centro di Roma. L'Italia campione d'Europa, infatti, è salita su un pullman scoperto e ha girato per le vie della città, per ricevere l'omaggio di centinaia di tifosi, che hanno accompagnato la Nazionale dal Quirinale a Chigi, fino al rientro nell'Hotel Parco dei Principi.

Altro successo di Leonardo Bonucci, frutto di una trattativa con il servizio d'ordine: "Un'emozione indescrivibile, fare questo viaggio dal Quirinale a Palazzo Chigi è stato bellissimo- ha detto il centrale azzurro- Ora faremo un giro sul pullman scoperto, ci godremo ancora di più la festa. Era giusto così, lo dovevamo ai tifosi. Abbiamo vinto la trattativa per poter fare questo giro per i nostri sostenitori, la Coppa è la loro. Abbiamo fatto di tutto anche grazie al loro sostegno. Siamo arrivati qui grazie al contributo di tutti".   

Il percorso del pullman scoperto: via del Corso, piazza Venezia (giro), via Quattro Novembre, largo Magnanapoli, via del Tritone, piazza Barberini, via Veneto, piazza Brasile, via Pinciana e rientro nell'albergo dove alloggiano gli azzurri.

					

Potrebbero interessarti anche...


					

Altri articoli da Calcio