Tennis

Roland Garros

Capolavoro Musetti, Sinner a fatica

Avanti Trevisan e Giorgi, fuori Sonego. Vincono Federer e Medvedev, si ritira Osaka
Credits © Getty Lorenzo Musetti
Lorenzo Musetti
Un Lorenzo Musetti stratosferico illumina Parigi, Jannik Sinner rischia ma avanza e trova al secondo turno Gianluca Mager mentre Lorenzo Sonego esce subito di scena. Al femminile, nel giorno dell'annuncio shock di Naomi Osaka, ci pensa Martina Trevisan a tenere alti i colori azzurri.

I titoli di testa della seconda giornata di incontri al Roland Garros non possono che andare al 19enne Next Gen di Carrara, che compie un piccolo capolavoro superando 6-0 7-5 7-6(3) David Goffin,
numero 13 del mondo e che gia' un anno fa subi' l'onta dell'eliminazione al debutto per mano di un altro giovane azzurro, Sinner. Partita di carattere quella di Musetti, che domina il primo parziale, annulla un set-point nel secondo e poi mantiene i nervi saldi nel tie-break del terzo, dopo essere andato per due volte a servire per il match. E ora lo attende uno fra Tsonga e Nishioka.

Esordio non semplice invece per Sinner. Il 19enne di Sesto Pusteria, nel tabellone parigino come testa di serie numero 18, ha bisogno di oltre tre ore e mezza per piegare la resistenza di Pierre-Hugues Herbert, con tanto di match-point cancellato nel decimo gioco del quarto set: 6-1 4-6 6-7(4) 7-5 6-4 il finale che premia Sinner, al primo successo in carriera al quinto.

I​n campo femminile Martina Trevisan conferma come l'aria di Parigi le faccia bene: la 29enne mancina di Firenze, lo scorso anno capace di arrivare fino ai quarti partendo dalle qualificazioni giocando un tennis favoloso, supera all'esordio la belga Alison Van Uytvanck per 7-5 4-6 6-4 e al secondo turno se la vedra' con Sorana Cirstea.

Esordio ok anche per Camila Giorgi. La tennista marchigiana, numero 80 del ranking Wta, ha superato al terzo set la croata Petra Martic, 23ª del classifica, con il punteggio di 6-2 6-7 (5) 6-4.

Oggi era anche il gran giorno di Roger Federer, alla seconda partecipazione negli ultimi sei anni (mancava dal 2019, quando raggiunse la semifinale) e al quarto incontro stagionale dopo le presenze a Doha e Ginevra: 6-2 6-4 6-3 al qualificato Istomin il suo biglietto di presentazione.

Vittoria 'storica' per Daniil Medvedev, che per la prima volta in carriera supera il primo turno a Parigi (6-3 6-3 7-5 su Bublik).

Fra le donne, buona la prima per la campionessa uscente e vincitrice degli ultimi Internazionali, Iga Swiatek (6-0 7-5 alla slovacca Juvan), e per l'altra finalista della scorsa edizione, Sofia Kenin (6-4 4-6 6-3 su Jelena Ostapenko).

Primo turno fatale per Bianca Andreescu, sconfitta dopo tre ore e 20 minuti di gioco dalla slovena Tamara Zidansek per 6-7(1) 7-6(2) 9-7, e Kiki Bertens, semifinalista nel 2016, battuta in tre set da Polona Hercog.

Ma la notizia di giornata arriva fuori dal campo: dopo le polemiche (con tanto di multa e minaccia di squalifica) dei giorni scorsi per la sua decisione di non presentarsi in conferenza stampa, Naomi Osaka lascia Parigi. La tennista giapponese ha rivelato di soffrire attacchi di depressione dagli Us Open vinti nel 2018, di sentirsi vulnerabile e di preferire staccare la spina: "Mi prendero' un po' di tempo lontano dal campo ma quando sara' il momento giusto, voglio lavorare col circuito per discutere come migliorare le cose per i giocatori, la stampa e i tifosi", le parole della Osaka, che ha cercato di portare sotto la luce dei riflettori la fragilita' mentale con cui spesso gli atleti devono fare i conti.

					

Potrebbero interessarti anche...


					

Altri articoli da Tennis