Grandi Eventi

La torcia olimpica a Miyazaki

Ripercorrendo le tappe
Credits © Getty Miyazaki
Miyazaki
25 - 26 aprile 
La torcia olimpica il 25 e il 26 aprile ha attraversato la prefettura di Miyazaki, sedicesima delle 47 dell’arcipelago giapponese che verranno visitate dalla fiamma. La staffetta della torcia è iniziata nella città settentrionale di Takachiho, arrivando fino alla città di Hyuga, dove si trova il santuario di Omi, luogo sacro affacciato sull'Oceano Pacifico. 
 
Devil's WashboardDevil's Washboard
Da lì, il percorso della fiamma si è spostato verso la parte centrale della prefettura, dirigendosi sulla città di Miyazaki. Il secondo giorno, la torcia ha attraversato la parte sud-occidentale della prefettura, arrivando fino alla vetta del monte Ebino, alto 1.700 metri.

Tra i siti visitati dalla torcia anche il santuario Takachiho, che risale a 1900 anni fa, e la celebre Isola di Aoshima nella città di Miyazaki. Nel centro dell’isola si trova un santuario,  che si dice sia un porta fortuna per le coppie sposate, e per questo è un luogo popolare per i matrimoni. Il santuario è circondato da rocce di basalto chiamate "Devil's Washboard", ovvero il lavatoio del diavolo, visibili nella corsa del tedoforo Tetsurou Sakamoto.
Tra i tedofori della prefettura di Miyazaki Kaito Gotou, giovane karateca di 18 anni. Kaito corre per la sua città: Miyazaki City, e per far conoscere il karate,  sport che debutterà come disciplina olimpica a Tokyo 2020. 
Sebbene ipovedente, Gotou ha iniziato a praticare il karate nella scuola elementare e dal 2019 gareggia contro rivali normodotati. “E’ stato il karate la mia connessione con il mondo”, ha dichiarato lo sportivo. 
Kaito GotouKaito Gotou

					

Potrebbero interessarti anche...


					

Altri articoli da Grandi Eventi