Calcio

Pubblico negli stadi in 'zona gialla'. Costa: "Nulla di ufficiale"

Il sottosegretario alla salute: "1000 allo stadio? Riflessioni in corso, ancora nessuna decisione"
Credits © Getty Stadio San Siro
Stadio San Siro
Da maggio tornera' il pubblico negli stadi, anche se in numero limitato. Dal 1° maggio nelle regioni 'gialle' sara' consentita la presenza di pubblico negli impianti sportivi, per gli eventi di livello agonistico e riconosciuti di preminente interesse nazionale con provvedimento del Coni o del Cip, per il 25% della capienza degli impianti, con un massimo di 500 persone al chiuso e di 1000 persone all'aperto.

Prima, gia' dal 26 aprile e sempre nelle regioni 'gialle', verra' consentita la pratica dell'attivita' sportiva all'aperto, sia sport da contatto che non: via libera a calcetto, beach volley o basket. Il Dipartimento per lo Sport starebbe redigendo le norme che saranno al vaglio del Consiglio dei Ministri che si riunira' giovedi e che esitera' l'apposito Decreto.

"Su questa posizione non c'è ancora nulla di ufficiale, non è una decisione presa dal Governo in questo momento". Lo ha detto il sottosegretario alla Salute Andrea Costa smentendo il via libera a partire da sabato 1 maggio per l'accesso del pubblico agli stadi fino a un massimo di 1.000 spettatori e fino ad un massimo di 500 per gli impianti al chiuso.

"Se ci saranno le condizioni saremo tutti ben contenti di poterlo fare, ma a oggi una posizione certa non c'è ancora - ha aggiunto - Stavamo ragionando eventualmente sull'ultima partita di campionato o sulle ultime due, però la riflessione è ancora aperta. Cio che è certo è che gli Europei si giocheranno in Italia con il pubblico, e sono ottimista anche sulla finale di Coppa Italia".

					

Potrebbero interessarti anche...


					

Altri articoli da Calcio