Ciclismo

Ciclismo

Dumoulin: pausa a tempo indeterminato

"Sono infelice da oltre un anno. Ho bisogno di tempo per riflettere sul mio futuro"
di Stefano Rizzato
Una pausa a tempo indeterminato.

A trent'anni, Tom Dumoulin sceglie di lasciare il ciclismo, almeno per il momento.

A darne notizia è lo stesso olandese, in un video pubblicato dalla sua squadra, la Jumbo-Visma.

"Come ciclista - ha spiegato la maglia rosa 2017 - sono infelice da oltre un anno. Ho bisogno di tempo per riflettere sul mio futuro e per capire se voglio ancora essere un atleta professionista".
Non solo il Giro d'Italia 2017, conquistato all'ultima tappa davanti a Quintana e Nibali. Nel palmares di Dumoulin figura anche un Mondiale a cronometro, sempre nello stesso anno. E poi il doppio podio Giro-Tour nel 2018 e in totale nove vittorie di tappa tra corsa rosa, Grande Boucle e Vuelta a España.

Dal ritiro di Alicante, l'olandese aveva da poco annunciato l'intenzione di dedicarsi per questa stagione anche a nuovi obiettivi: le classiche del pavé, potenzialmente adatte a un corridore abile in salita ma molto forte sul passo. Tutto messo in pausa, insieme alla carriera da ciclista.

I guai per Dumoulin sono iniziati nel 2019, e proprio al Giro d'Italia. La quarta tappa, da Orbetello a Frascati, vede nel finale la rovinosa caduta dell'olandese, all'epoca in forze al Team Sunweb. Ne seguiranno il ritiro e l'addio al nuovo sogno rosa, il giorno seguente, poco dopo la partenza della quinta tappa da Terracina. 

Ma da quella caduta seguirà un lungo periodo senza vittorie e senza ritrovare le giuste sensazioni. Lo scorso anno Dumoulin si trasforma in gregario di lusso per Primoz Roglic, scortando lo sloveno a un passo dalla vittoria al Tour de France. È poi decimo al mondiale di Imola, a cronometro, e 14esimo nella prova in linea. La sua stagione si chiude con il ritiro a nemmeno metà Vuelta a España. La sua ultima corsa, almeno per ora.

					

Potrebbero interessarti anche...


					

Altri articoli da Ciclismo