Calcio

Caso Maradona: il suo medico avrebbe falsificato la firma

Risulterebbe da una perizia calligrafica
Credits © gettyimages
Una perizia calligrafica fatta eseguire dalla giustizia argentina avrebbe stabilito chela firma di Diego Maradona fu falsificata nel settembre 2020 in una richiesta di ritiro di una cartella clinica da un centro di cura privato di Buenos Aires fatta dal suo medico, il neurochirurgo Leopoldo Luque.   
Fonti giudiziarie hanno detto al portale di notizie sportive TyC che ora la situazione di Luque si è fatta più difficile alla luce della conferma della falsificazione della firma del 'Pibede oro', morto il 25 novembre scorso in una casa del quartiere San Andrés della zona del Tigre.   

La richiesta alla Clinica Olivos di consegna della cartella clinica, che porta la data dell'1 settembre 2020, è stata sequestrata, insieme ad altri documenti, nella residenza del medico, perquisita il 29 novembre scorso, da magistrati inquirenti convinti del fatto che avesse falsificato intenzionalmente la firma di Maradona.   

Ora spetta al team di pm, creato per decisione del procuratore generale di San Isidro John Broyard, decidere se imputare a Luque il reato di "uso di documento privato adulterato".

					

Potrebbero interessarti anche...


					

Altri articoli da Calcio