Ciclismo

Giro d'Italia

Nibali: "Il Giro è un patrimonio internazionale"

"Fermare la corsa? Dipenderà dal Governo, ma da noi la bolla regge"
"Noi stiamo vivendo bene il sistema della bolla, anche se in passato abbiamo avuto un caso Covid-19 come quello di Ciccone. Stiamo cercando di fare le cose nella maniera piu' giusta possibile. Fermare il Giro d'Italia? Dipende da cosa decidera' il governo, ma questa corsa e' un patrimonio internazionale. Da noi la bolla regge, ci puo' stare che un caso di positivita' possa venire fuori".

Lo ha detto, ai microfoni di Rai 2, il siciliano Vincenzo Nibali, corridore della Trek-Segafredo, dopo la tredicesima tappa del Giro d'Italia con arrivo a Monselice dopo 192 km.

"La giornata odierna e' stata buona. Ciccone purtroppo fatica a trovare la condizione migliore; mentre Brambilla ha subito una caduta ed e' un po' sofferente. Devo cercare di non correre troppi rischi, sperando che le cose migliorino. Almeida si sta difendendo molto bene ed e' ben protetto dalla squadra. Fara' un'ottima cronometro domani", ha aggiunto Nibali.

					

Potrebbero interessarti anche...


					

Altri articoli da Ciclismo