Calcio

E’ del Milan il derby, doppietta di Ibra

Lukaku accorcia le distanze, ma i rossoneri vincono 2-1
Alle 18 va in scena il 226° derby della Madonnina, l’Inter di Conte sfida il Milan di Pioli. Due compagini in grande forma che si affrontano per stabilire chi balzerà in testa alla classifica.

Conte schiera i suoi con il solito 3-5-2: Handanovic a difesa dei pali con D’Ambrosio, de Vrij e Kolarov a comporre il terzetto difensivo. Hakimi, Barella, Brozovic, Vidal e Perisic a centrocampo, Lautaro Martinez e Lukaku davanti, con il compito di perforare la porta rossonera, ancora inviolata.

Rispondono i cugini rossoneri che schierano Donnarumma in porta; Calabria, Kjaer, Romagnoli e Theo Hernandez sono i quattro difensori. In mediana Kessiè e Bennacer con Leao, Calhanoglu e Saelemaekers alle spalle del rientrante Zlatan Ibrahimovic, voglioso di trovare il gol contro la sua ex squadra.

Le due squadre, dopo i primissimi minuti di studio reciproco, alzano subito il ritmo. All'undicesimo minuto Calhanoglu serve in profondità Ibrahimovic che, entrato in area di rigore, sembra fermarsi e quasi aspettare il fallo dell’accorrente Kolarov, ingenuamente, il terzino serbo tenta il tackle toccando il piede sinistro del fuoriclasse svedese, il direttore di gara non ha dubbi e indica il dischetto. L’esecuzione del numero 11 rossonero è tutt’altro che perfetta: poco angolata, a mezza altezza e abbastanza debole, Handanovic, grande pararigori, intuisce e respinge, il pallone torna però sui piedi della punta milanista che ribadisce in rete, 0-1.

Cinque minuti dopo, grande azione del Milan: Calhanoglu apre per Leao, che salta secco D’Ambrosio, e mette dentro una palla che Ibrahimovic non può far altro che spingere dentro. Ancora Ibrahimovic, ancora Milan, 0-2 a San Siro. I cugini nerazzurri non stanno però a guardare e reagiscono immediatamente, riversandosi in massa nella metà campo della squadra di Pioli.

Neanche un quarto d’ora dopo il raddoppio, Kolarov porta palla e serve Perisic, il croato, dal lato sinistro dell’area di rigore, mette dentro un cross basso e teso che Lukaku insacca, 1-2 e derby riaperto. Terzo gol consecutivo per il centravanti belga nella stracittadina milanese. Ancora Lukaku, a due minuti dal termine della prima frazione, stacca tutto solo al centro dell’area difesa da Donnarumma e manda incredibilmente fuori. Si conclude 2-1 per il Milan un primo tempo di straordinaria bellezza e intensità.

La seconda frazione comincia sulla falsariga della prima, grande intensità e ritmo. Le due squadre corrono molto e attaccano con molti uomini, ma le occasioni latitano. Degna di nota è quella di Leao, al 55’, che in contropiede si invola verso la porta difesa da Handanovic dopo aver saltato tre interisti e conclude di un soffio al lato.

Il Milan cerca di addormentare la partita e l’Inter cerca di sfondare il muro eretto dai cugini, non riuscendoci. Nel recupero l’ultima occasione della partita: Martinez serve Lukaku in area di rigore, il belga anticipa Hernandez, ma mette a lato. Al 95’ arriva il triplice fischio di Mariani.

Il Milan torna a vincere un derby, non succedeva dal Gennaio 2016.

| IL TABELLINO


					

Potrebbero interessarti anche...


					

Altri articoli da Calcio