Calcio

Sarri: "La mia ultima alla Juve? I dirigenti non sono dilettanti"

Il tecnico bianconero: "Sono convinto che abbiano già fatto le loro valutazioni, indipendentemente dal risultato di domani"
Credits © getty
"Se penso possa essere la mia ultima partita sulla panchina della Juve? No, penso che con questa domanda stai dando dei dilettanti alla nostra dirigenza. Penso di avere a che fare con dirigenti di altissimo livello, i nostri dirigenti avranno già fatto le loro valutazioni. Se hanno valutato per il cambiamento lo faranno indipendentemente dal risultato di domani, se invece per il proseguimento lo faranno indipendentemente dal risultato di domani". Lo ha detto il tecnico della Juventus Maurizio Sarri in conferenza stampa alla vigilia del ritorno degli ottavi di finale di Champions League con l'Olympique Lione a proposito del proprio futuro.

"E' chiaro che siamo in un ambiente abituato a vincere. Tutto viene attutito da questa attitudine alla vittoria che secondo me non ci dovrebbe essere. La vittoria è sempre un evento straordinario che non dovrebbe essere mai trattato come un evento ordinario". 

"Il pessimismo attorno alla squadra? Più che altro sono agnostico, non lo so, non leggo niente e non guardo niente - ha proseguito - Noi siamo molto contenti di aver vinto forse il campionato più difficile della storia della Serie A per una serie di avvenimenti che ci sono stati ".

"E' una partita importante, sarebbe bellissimo andare in Portogallo per la Final Eight. E' una partita importante per quello che rappresenta, andare lì significa entrare nell'elite mondiale, ci teniamo tantissimo. E' una partita importante, niente più di questo".

Sul Lione:  "Occorre una grande prestazione: il Lione è una squadra che si è evoluta a livello di solidità difensiva, hanno giocatore tecnici e rapidi per le ripartenze. Sarà una partita difficile e partiremo con un risultato difficile, dobbiamo metterci grande lucidità, tanta calma e molta pazienza"

"Dybala sarà tra i convocati? Non lo sappiamo, è ancora nelle mani dello staff medico. Vediamo un po' l'evoluzione oggi e quello che potrà fare domattina. Poi vediamo il livello di disponibilità, ne parleremo con lui e con i dottori. Proveremo a recuperarlo fino alla fine".

					

Potrebbero interessarti anche...


					

Altri articoli da Calcio