Motori

Leclerc: "Mi scuso, è tutta colpa mia. Deluso da me stesso"

Il ferrarista: "Avevo tanta voglia di far bene, forse troppa"
Credits © Getty  Il momento del contatto tra le due Ferrari
Il momento del contatto tra le due Ferrari
"Mi scuso, quando uno sbaglia io sono sempre onesto. Sono deluso da me stesso, non trovo altre parole. Ho detto a inizio anno che non volevo perdere le opportunità quando si fossero presentate. E oggi c'era l'opportunità per fare meglio". Lo ha detto il pilota della Ferrari Charles Leclerc dopo il ritiro nel primo giro del Gp di Stiria a causa di un contatto con il compagno di squadra Sebastian Vettel.

"E' tutta colpa mia, mi assumo la responsabilità - ha aggiunto il monegasco - Mi spiace tantissimo per il team che ha lavorato tanto per avere degli aggiornamenti che non ci hanno portato dove volevamo ma ci hanno fatto fare uno step avanti. Ho buttato tutto via io, non ci sono scuse. Avevo tanta voglia di far bene, forse troppa. Non è una scusante, devo imparare da questo. Troppo ottimista ad attaccare lì? Sì, sicuro, ho visto un buco e mi sono detto 'ci provo'. Avrei dovuto pensare di più alla macchina in questo momento. E poi era Seb, il mio compagno di squadra. Non si fa, oggi è completamente colpa mia", ha concluso Leclerc.

					

Potrebbero interessarti anche...


					

Altri articoli da Motori