Calcio

Vincono Milan e Samp, il Bologna ferma il Napoli

I rossoneri agganciano i partenopei al sesto posto
Credits © gettyimages Alessio Romagnoli festeggia il gol con Bonaventura
Alessio Romagnoli festeggia il gol con Bonaventura

MILAN-PARMA 3-1 | VIDEO
Il Milan sente il profumo d'Europa e batte in rimonta il Parma a San Siro. Vittoria tutt'altro che scontata quella dei padroni di casa che non sanno piu' perdere e ritornano al successo dopo il pareggio di Napoli. Dalla ripresa del campionato la squadra di Pioli si conferma un rullo compressore, non si scoraggia dopo il gol iniziale di Kurtic e la ribalta con Kessie, Romagnoli e Calhanoglu per il 3-1 finale. I rossoneri si avvicinano sempre piu' all'obiettivo Europa League, mentre gli emiliani non ritrovano quella vittoria che manca dal 23 giugno col Genoa. Un primo tempo che parte con Ibrahimovic subito voglioso di incidere alla sua centesima presenza con la maglia rossonera. Dall'altra parte brutte notizie per un attaccante del Parma invece, trattasi di Cornelius, costretto a far posto a Karamoh per un problema fisico al 14'. Il Milan passa in vantaggio al 21' con Bonaventura, cui rete viene pero' prontamente annullata per fuorigioco. Poco dopo Kessie mette paura a Sepe indirizzando un colpo di testa che fa la barba al palo. Nel finale di frazione gli ospiti si scatenano, prima con Gervinho che si fa meta' campo calciando alto a tu per tu con Donnarumma, poi con Kurtic (oggi presenza numero 250 in Serie A), autore del gol del vantaggio: Grassi si inserisce sulla destra, mette in mezzo per il centrocampista che sorprende Donnarumma sul primo palo al 44'.

Nella ripresa il Milan reagisce eccome. Lo fa con un paio di chance pericolose prima di trovare l'1-1: Kessie prende la mira da posizione siderale e lascia partire un destro imprendibile a battere un incolpevole Sepe. La perla dell'ex Atalanta conferisce nuova linfa agli uomini di Pioli che al 59' passano addirittura in vantaggio: punizione calciata coi giri giusti da Calhanoglu a pescare Romagnoli, che di testa trova il primo sigillo stagionale per il 2-1. Inglese sbatte contro Donnarumma sprecando una ghiotta chance da pochi passi al 75'. Gol sbagliato, gol subito: Calhanoglu chiude i conti al 77' con un diagonale vincente su difesa emiliana mal posizionata.
| IL TABELLINO

BOLOGNA-NAPOLI 1-1 | VIDEO
Al Dall'Ara il match della trentatreesima giornata di Serie A fra Napoli e Bologna finisce con un pareggio che serve poco ad entrambe le formazioni. Al vantaggio di Manolas nel primo tempo risponde Barrow nella ripresa. Risultato che porta i partenopei a quota 53 punti in classifica e i felsinei a 43. Avvio di primo tempo aggressivo da parte dei rossoblu' che alzano il pressing e costringono i partenopei ad abbassare il baricentro, ma alla prima buona occasione da palla inattiva sono proprio gli azzurri a passare in vantaggio con il colpo di testa di Manolas che taglia in area, riesce a smarcarsi e trafigge Skorupski. Gli uomini di Mihajlovic cercano una scossa per rimettere in equilibrio il punteggio tramite uno schema da calcio d'angolo: Dominguez dal vertice dell'area fa partire lo spiovente, Mbaye stacca bene al centro e segna di testa. La bandierina, pero', si alza per segnalare l'offside. Il Bologna continua a provare a mantenere alto il pressing, ma non riesce a concretizzare.  Nella ripresa sono sempre i falsinei a rendersi piu' pericolosi con Skov Olsen che di tacco trova l'imbucata per Mbaye. Il terzino rossoblu' fa partire la conclusione, ma la deviazione di un attento Manolas evita il peggio.

Bologna piu' intraprendente che, dopo una serie di buone giocate, trova l'imbucata per Palacio. L'attaccante argentino scatta sul filo del fuorigioco, si ritrova a tu per tu con Meret e lo batte sul palo lontano. L'arbitro da' il gol, ma l'intervento del VAR nega nuovamente la gioia al Bologna: posizione irregolare. Forcing dei rossoblu' che si concretizza all'80' con la rete di Barrow che con il mancino infila sul palo lontano e pareggia i conti. A cinque minuti dal termine, ancora Palacio che da posizione defilata fallisce la palla del vantaggio, mentre nei minuti di recupero Danilo colpisce un palo. Finisce 1-1, risultato che, per quanto visto, sta stretto al Bologna.
|IL TABELLINO

SAMPDORIA-CAGLIARI 3-0 | VIDEO
Quarta vittoria nelle ultime cinque gare per la Sampdoria che senza particolari problemi supera per 3-0 il Cagliari di Walter Zenga e fa un grosso balzo avanti in ottica salvezza. A decidere la sfida la rete realizzata da Gabbiadini e la strepitosa doppietta di Bonazzoli. Per i sardi continua il momento negativo con il successo che manca ormai da ben cinque partite. Ranieri lascia Quagliarella in panchina (inserito solo nel finale) e si affida in avanti a Gabbiadini e Bonazzoli; dall'altra parte Zenga sceglie Ragatzu e Simeone, con Joao Pedro che resta a riposo. A sbloccare la gara dopo otto minuti e' la Sampdoria con Gabbiadini: traversone dalla destra di Linetty, sponda di Jankto, il pallone giunge al centravanti blucerchiato che di testa supera un incolpevole Cragno, realizzando la sua decima rete stagionale. I sardi provano a reagire in maniera un po' confusa non riuscendo pero' ad impegnare Audero che si limita a compiere interventi di ordinaria amministrazione. Al 27' buona trama ancora dei blucerchiati che porta al tiro di sinistro di Linetty, ma la sfera si spegne di poco alta sopra la traversa.

Al 40' il raddoppio dei blucerchiati: i rossoblu' perdono un pallone a centrocampo che favorisce una ripartenza guidata da Bonazzoli, che giunto ai 25 metri lascia partire una violenta conclusione mancina rasoterra che si spegne alle spalle dell'estremo difensore dei sardi. Nella ripresa, al 53', la Sampdoria chiude subito i conti ancora con Bonazzoli che in acrobazia compie una vera e propria prodezza riuscendo a girare in rete un traversone preveniente dalla corsia sinistra di Jankto. Al 79' Joao Pedro, entrato in campo al posto di Ragatzu, prova a battere Audero con una girata, ma il portiere blucerchiato e' attento e mette in angolo. Sampdoria a quota 38 punti, Cagliari fermo a 41.
|IL TABELLINO

					

Potrebbero interessarti anche...


					

Altri articoli da Calcio