Calcio

Mou: "Quando vincerà il Tottenham? Pensate a Klopp e al Liverpool"

Il tecnico degli Spurs: "Le vittorie arrivano con la programmazione e la programmazione ha bisogno di tempo"
Credits © gettyimages José Mourinho
José Mourinho
Jose' Mourinho lo scorso novembre ha detto si' al Tottenham col chiaro obiettivo di arricchire la bacheca del club, il cui ultimo trofeo risale al 2008 (Coppa di Lega). "Ma quanto ci hanno messo Klopp e il Liverpool per vincere qualcosa? Quattro anni, quattro stagioni - ha ricordato lo Special One - Comprando uno dei migliori portieri del mondo, comprando uno dei migliori centrali del mondo e cosi' via. Ho un contratto di tre anni e sono convinto che nell'arco di questo periodo possiamo vincere dei trofei. Se non ci riuscissimo, ma dovesse farcela il club successivamente qualora restassi solo tre anni, saro' comunque felice. Io lavoro per il Tottenham, non sto pensando a me stesso. Continuo a dire che la mia ambizione, il mio Dna sono gli stessi ma probabilmente sono in una fase in cui guardo meno a me e ai miei record e piu' al club per cui lavoro. Sono ottimista: faremo qualche cambiamento e non ci sara' bisogno di fare grandi investimenti come la scorsa estate. Non riesco a credere che la prossima stagione sara' cosi' piena di episodi negativi come quelli che abbiamo avuto sin dal mio primo giorno qui. Ci sono molte ragioni per credere che sara' diverso".

Il tecnico portoghese difende anche il presidente Levy dalle critiche dei tifosi: "Nessuno puo' mettere in discussione che la scorsa estate sono stati spesi 100 milioni per rafforzare la squadra che penso sia la prova lampante della volonta' di investire". E l'effetto Mou sui risultati c'e' stato: dal suo arrivo solo Liverpool, Manchester City, Manchester United, Southampton e Wolverhampton hanno fatto piu' punti del Tottenham. "Quando sono arrivato c'era una situazione difficile da gestire. E' stato tutto cosi' strano durante la stagione che era difficile parlare di evoluzione, di obiettivi. Ma a quattro partite dalla fine ci sono ancora 12 punti per cui lottare, una posizione di classifica da conquistare e un derby - il riferimento alla sfida di domani con l'Arsenal - che significa tanto per i tifosi".

					

Potrebbero interessarti anche...


					

Altri articoli da Calcio