Motori

Carey: "La F1 può partire in estate, calendario di 15-18 gare"

"Siamo tutti impegnati a portare ai nostri tifosi una stagione del campionato 2020"
"La scorsa settimana la Formula 1, i dieci team e la Fia si sono uniti e hanno intrapreso un'azione rapida e decisiva come parte della nostra risposta iniziale alla pandemia di Covid-19. Al momento nessuno può avere certezze su quando esattamente la situazione migliorerà, ma migliorerà e quando lo sarà noi saremo pronti per tornare a correre. Siamo tutti impegnati a portare ai nostri tifosi una stagione del campionato 2020".

Il ceo della Formula 1 Chase Carey ha fornito un altro aggiornamento sulla situazione della stagione 2020, nel giorno in cui è stato ufficializzato un altro rinvio, quello del Gran Premio dell'Azerbaigian. "Riconosciamo che esiste un potenzialità significativa di ulteriori rinvii delle gare attualmente in programma, tuttavia noi e i nostri partner ci aspettiamo che la stagione inizi ad un certo punto quest'estate, con un calendario rivisto in 15-18 gare", ha spiegato.

"Come precedentemente annunciato - ha aggiunto - utilizzeremo la pausa estiva anticipata a marzo/aprile per gareggiare durante il normale periodo di pausa estiva e prevediamo che la data di fine stagione si estenderà oltre la nostra data di chiusura originale del 27-29 novembre, visto che la sequenza e il programma effettivo delle date delle gare differiscono in modo significativo dal nostro calendario 2020 originale".

"Non è possibile fornire ora un calendario più specifico a causa della fluidità della situazione attuale, ma ci aspettiamo - ha sottolineato Carey - di ottenere informazioni più chiare sulla situazione in ciascuno dei nostri paesi ospitanti, nonché sulle questioni relative ai viaggi in questi paesi, nel mese prossimo".

					

Potrebbero interessarti anche...


					

Altri articoli da Motori