Calcio

Calciomercato

In Italia spesi 116 milioni durante il mercato invernale

Secondo il Report della Fifa hanno speso di più solo Inghilterra e Germania
Credits © Ansa Il neo acquisto dell'Inter Christian Eriksen
Il neo acquisto dell'Inter Christian Eriksen
Le società italiane hanno investito per 116 milioni di euro durante il mercato di gennaio: hanno speso di più solo in Inghilterra (273,2 milioni di euro) e Germania (188,8 milioni).

E' quanto emerge dal rapporto Fifa sull'ultima sessione invernale.

Ai club dei cinque grandi Paesi europei fanno capo nel complesso il 14,1% delle 4.108 operazioni internazionali registrate, ma la spesa rappresenta il 71,8% dell'ammontare generale, percentuale che sale al 93,1% considerando i massimi campionati di Inghilterra, Germania, Spagna, Francia e Italia.

Spicca il dato dei club tedeschi: 81 trasferimenti in uscita, il numero più basso fra i Big 5, ma che hanno fruttato 92,6 milioni.

Tornando al dato italiano, i 116 milioni di euro spesi a gennaio rappresentano il 16,1% rispetto a un anno prima, per un totale di 76 operazioni in entrata e 85 in uscita che hanno permesso di incassare 72,4 milioni.

In Serie A si sono registrati il 68,4% dei trasferimenti complessivi in Italia, con una spesa che rappresenta il 99,8% del totale.

La maggior parte delle operazioni ha riguardato, sia in entrata che in uscita, la fascia di etá fra i 21 e i 24 anni, dall'Inghilterra sono arrivati più giocatori (9), in uscita i mercati di riferimento sono stati Brasile e Spagna (8 a testa).

A essere oggetto di trasferimenti sono stati soprattutto calciatori italiani: 13 in entrata, 15 in uscita.

					

Potrebbero interessarti anche...


					

Altri articoli da Calcio