Calcio

Calcio

Ancelotti: 'Il divorzio dal Napoli ha fatto bene a entrambi"

Il tecnico dell'Everton: "Sarri sta facendo il suo, per la Lazio tutto è possibile"
L'ovazione per il tecnico dell'Everton Carlo Ancelotti
L'ovazione per il tecnico dell'Everton Carlo Ancelotti
"All'Everton sta andando bene, ma non avevo bisogno di essere rigenerato. Ero stato bene anche a Napoli, ma si è giudicati dai risultati che non erano stati all'altezza del valore della squadra. E' stata una scelta giusta sia da parte della società che da parte mia, vado meglio io e va meglio il Napoli".

Cosi' Carlo Ancelotti, ai microfoni di "Radio Anch'io Sport" su Radio1, tornando sul suo divorzio dalla societa' partenopea.

"Sono contento che il Napoli si sia ripreso e stia andando bene, per il resto è inutile tornare indietro". 

E sul sul feeling fra Sarri e i tifosi della Juventus: "E' un piccolo dettaglio nella vita di un allenatore essere più o meno amati. Sarri sta facendo il suo lavoro, Klopp dice che la Juve è la favorita per la Champions ma penso che sarà una Champions molto più equilibrata rispetto al passato ed è difficile identificare una favorita. Ma Sarri il suo lavoro lo sta facendo, di più è  difficile chiedergli".  

Sulla corsa scudetto in Italia Ancelotti pensa che "L'Inter ha investito molto, la Lazio ha trovato solidità e la Juve ha lasciato qualche punto in più rispetto al passato, soprattutto per il cambio di allenatore. E' un bene che ci sia competitività davanti, la serie A è più emozionante della Premier dove il Liverpool ha vinto tutte le partite tranne una".

"La Lazio forse oggi ha qualcosa in meno qualitativamente rispetto a quella che vinse lo scudetto nel 2000 che aveva giocatori di grandissimo livello - prosegue Ancelotti - ma ha certezze e consapevolezza, è una squadra molto fastidiosa, solida. Sanno quello che fanno, Immobile è in stato di grazia: tutto è possibile per la Lazio di quest'anno".

					

Potrebbero interessarti anche...


					

Altri articoli da Calcio