Calcio

Mkhitaryan: "Dobbiamo lavorare seriamente e credere in noi stessi"

Il giocatore giallorosso: "Con l'Atalanta sarà fondamentale vincere"
Credits © getty
"Dobbiamo lavorare seriamente e credere in noi stessi. Ci sono dei giorni in cui sei al top e altri che sei giù. Dobbiamo fare di tutto per vincere le prossime gare. Abbiamo parlato un po' tra di noi di quello che è successo, ma non troppo. E' meglio dimenticare le partite giocate ed essere più concentrati e freschi nella testa per gli impegni che arrivano". Henrikh Mkhitaryan guarda avanti.

La Roma sta vivendo un periodo altalenante, fra grandi prove come quella nel derby e scivoloni inspiegabili, vedi Sassuolo e Bologna. Sabato c'è la sfida contro l'Atalanta, una partita fondamentale in ottica quarto posto. "Sappiamo bene l'importanza di questa gara. Dobbiamo dare tutto per vincere anche se non sarà facile. Sarà comunque una gara diversa dall'andata, dove abbiamo perso 2-0 all'Olimpico. Ci aspetta un mese importante - prosegue l'ex di Arsenal e Manchester United in un'intervista per il match program della Roma - Sappiamo che la squadra ha tanta qualità. Tutti dobbiamo fare il possibile. Non si risolve con gli 11 in campo, ma anche con chi sta in panchina e chi lavora per la Roma dietro le quinte. Dobbiamo essere tutti insieme, lavorare e pensare positivo. Per vincere".

Tornato a disposizione di Fonseca dopo una serie di guai fisici, Mkhitaryan è andato in gol contro il Bologna "ma avrei preferito non segnare e vincere la partita. Per me conta di più la squadra che i risultati individuali. Sarebbe stato meglio prendere i tre punti e salire in classifica".

Il suo rendimento, però, non si discute: 10 presenze, 541 minuti giocati e 4 reti. "Sì, ma non basta. Adesso voglio fare di tutto per aiutare la squadra: fare piú gol, assist e con la squadra vincere le partite".

					

Potrebbero interessarti anche...


					

Altri articoli da Calcio