Pallacanestro

Basket

Eurocup. Trento, Venezia e Bologna ko al debutto nelle top16

Italiane battute rispettivamente da Darussafaka Tekfen, Ewe Oldenburg e Partizan
Credits © Italpress Basket Venezia
Basket Venezia
Debutto negativo nelle Top16 di Eurocup per Venezia e Virtus Bologna.

Acciuffato il pass per la Final Eight di Coppa Italia nonostante la sconfitta a Brescia, la Reyer non comincia nel migliore dei modi il suo cammino nel girone F.

Il quintetto di coach De Raffaele, fra i migliori dal punto di vista difensivo in regular season, cede per 98-87 (24-20, 54-43, 81-63 i parziali) sul parquet dei tedeschi dell'Ewe Oldenburg, nonostante le buone prove di Michael Bramos (14 punti), Julyan Stone (13) e Stefano Tonut (12).

La sfida proprio contro Brescia di martedí prossimo al Taliercio - ieri successo della Germani sul Promitheas con un grande Abass nell'ultimo quarto - assume giá i contorni di un appuntamento da non sbagliare a tutti i costi.

Niente impresa neanche per le Vu Nere, che iniziano con una sconfitta nella maestosa Stark Arena di Belgrado il loro cammino nel gruppo E: sconfitta per 99-81 contro il Partizan allenato da Andrea Trinchieri.

Un ritorno amaro per coach Djordjevic, che nel club di Belgrado é cresciuto, firmando con un canestro all'ultima azione la vittoria della Coppa dei Campioni nel 1992. La Virtus, dominatrice in serie A con 14 successi su 16 gare, tiene testa ai serbi, ma deve arrendersi nonostante le prove positive di Frank Gaines (21 punti), Milos Teodosic e Julian Gamble (14 punti a testa).

Prossimo impegno mercoledí 15 gennaio, quando alla Segafredo Arena arriverá il Darussafaka Tekfen Istanbul.

A seguire la doppia sfida con Trento che nell'altra gara del girone ha perso in Turchia proprio contro il Darussafaka.

Comincia con una sconfitta anche il percorso di Trento nelle Top16 di Eurocup.

Al debutto nel gruppo E, lo stesso della Virtus Bologna, la Dolomiti Energia esce battuta dalla trasferta di Istanbul contro il Darussafaka Tekfen per 73-69. Alla Volkswagen Arena brilla Alessandro Gentile (17 punti), 13 punti a testa per Kelly, Blackmon e Craft ma al quintetto di coach Brienza manca l'ultimo guizzo per ribaltare la partita nel finale.

Chiuso avanti il primo quarto avanti di 3 (16-19), Trento subisce infatti il ritorno dei turchi nel secondo parziale, dove accusa un break di 17-4 precipitando a -13 prima di limitare i danni a ridosso dell'intervallo lungo con la tripla di Kelly, il libero di Blackmon dopo il tecnico a Colson e il 3/3 dalla lunetta di Gentile.

L'Aquila riesce a rimanere in partita, andandosi a giocare il tutto per tutto nell'ultimo periodo. Ancora Gentile ai liberi firma il 59 pari a 3'50" dalla fine ma negli ultimi due giri di lancette la Dolomiti Energia sbaglia troppo e sulla stoppata subita da Blackom a dieci secondi dalla sirena cala il sipario.

Trento, alla seconda sconfitta di fila dopo quella in campionato contro la Virtus, cercherá il riscatto fra sette giorni, quando accoglierá alla BLM Group Arena il Partizan Belgrado prima della doppia sfida con le Vu Nere.

					

Potrebbero interessarti anche...


					

Altri articoli da Pallacanestro