Calcio

Milan

Maldini nuovo direttore tecnico del Milan

Boban lascia la Fifa per l'incarico di Chief Football Officer
Credits © Ansa Paolo Maldini
Paolo Maldini
Paolo Maldini e' il nuovo direttore tecnico del Milan.

Lo ha ufficializzato il club rossonero in un comunicato stampa.

Anche Zvone Boban torna al Milan. A darne l'annuncio e' la Fifa, che comunica l'addio del 50enne ex giocatore croato come vice segretario generale.

Boban ha accettato l'incarico di Chief Football Officer (direttore operativo) che gli e' stato offerto dai rossoneri.

Inizia, dunque, una nuova avventura per l'ex capitano rossonero gia' dirigente nella scorsa stagione. Da oggi, pero', Paolo Maldini e' ufficialmente il nuovo direttore tecnico del club. "In questa nuova veste lavorera' a stretto contatto con il nuovo Chief Football Officer Zvonimir Boban", sottolinea la societa' che poi si sofferma sul profilo del nuovo dt.

"L'ex capitano rossonero, dopo venticinque anni di gloriosa carriera da giocatore, passa cosi' dal ruolo di direttore dello Sviluppo Strategico dell'Area Sportiva alla direzione tecnica della stessa, occupandosi pertanto di tutte le sue attivita' e le priorita' del momento, rappresentate dalla campagna trasferimenti, la pianificazione dei vari settori in vista del raduni estivi e degli impegni di precampionato.

"Paolo esprime qualita' e valori che sono alla base del nostro club - ha dichiarato l'amministratore delegato Ivan Gazidis - Sono felice di averlo alla guida della nostra area sportiva. Con lui potremo puntare alla costruzione di un club moderno formato da professionisti di altissima qualita'".

"Sara' un cammino che faremo insieme, per un progetto impegnativo ma avvincente che richiedera' grandi energie e dedizione - ha proseguito Gazidis -. Sono certo che sapra' trasferire la sua esperienza, la sua visione e la sua leadership. Paolo e' parte integrante del Milan e conosce la via per arrivare al successo. Sara' per tutti un importante punto di riferimento".

Boban aveva iniziato a lavorare nella Fifa come braccio destro di Gianni Infantino e vice segretario generale nel 2016.

"Sara' sempre grato al presidente Infantino per l'opportunita' che mi ha dato dopo la sua elezione - le parole di congedo dell'ex giocatore croato - Fedele al suo manifesto di riportare il calcio nella Fifa e la Fifa nel calcio, ha avuto il coraggio di affidare a un ex giocatore un ruolo cosi' ampio all'interno della Federazione".

"E' stato un onore e un privilegio aver lavorato su progetti importante che hanno permesso alla Fifa di tornare al posto giusto, lontana dagli scandali e da un'immagine che era stata offuscata. Guardandomi indietro, mi sento realmente soddisfatto del contributo dato ai grandi cambiamenti che ci sono stati negli ultimi tre anni".

Boban, che in questi anni si e' occupato del nuovo format del Mondiale per club, del processo di candidatura per i Mondiali del 2026 e anche del progetto Var, torna dunque nel club dove ha giocato dal 1992 al 2001, vincendo 4 scudetti e una Champions. "Non potro' mai ringraziare abbastanza Zvonimir per tutto quello che ha fatto per la Fifa e per il calcio - lo saluta Infantino - Il suo impegno e il suo entusiasmo sono incredibili, e' stato una risorsa intestimabile per noi. Nessuno incarna il calcio meglio di lui, che ha sempre lavorato per il bene di questo sport".

"Molti dei cambiamenti positivi che abbiamo portato avanti in questi tre anni non sarebbero mai potuti arrivare senza Zvone - ha aggiunto Infantino - Ha mostrato lo stesso impegno, lo stesso cuore, la stessa passione che lo caratterizzavano da giocatore. Ci manchera' tantissimo ma gli auguro lo stesso successo in questa sua nuova sfida nella sua squadra del cuore".

					

Potrebbero interessarti anche...


					

Altri articoli da Calcio