Calcio

"Champions, un sogno da inseguire"

Sui cori razzisti: "E' ora di smetterla"
Credits © Getty Images
"La Juventus in Italia ha l'obbligo di  fare bene e mettersi sulle spalle il fardello di essere favorita. E'  altrettanto chiaro che in Champions l'obbligo è quello di partire con l'obiettivo di vincere, con la consapevolezza che a livello europeo ci  sono altre squadre con la stessa forza e andrebbe purtroppo accettato  un risultato diverso". Lo dice Maurizio Sarri nel giorno della sua  presentazione da allenatore della Juventus.
 
"Ho allenato giocatori molto forti nel  Chelsea, con Cristiano Ronaldo siamo a un livello superiore: è il top  mondiale", ha sottolineato Sarri. "E' un ragazzo  che ha quasi tutti i record che si possono avere nel calcio mondiale.   Mi piacerebbe fargliene battere qualcun altro".

Allegri lascia "un'eredità pesante, vincere quello che ha vinto lui non sarà semplice. Ha fatto un percorso straordinario, risultati straordinari".

"L'offerta della Juve è il coronamento di una carriera lunghissima", ha detto Sarri.

  "Ho rispettato tutti, anche la mia professionalità e il mio percorso". Sempre presente, il suo passato al Napoli: "Da bambino ero tifoso del Napoli e lì ho dato tutto, dal punto di vista professionale e morale". 

"Arrivo con scetticismo come dappertutto, come a Empoli, a Napoli, al Chelsea. E' anche giusto che ci sia anche un minimo di rancore e di scetticismo, lo togliero' nell'unico modo che so: vincere e convincere". Questo l'obiettivo del nuovo allenatore della Juve.

"Non posso cambiare il mio punto di vista sui cori razzisti solo perché ho cambiato società. L'Italia dovrebbe smetterla". Sarri ritorna su una delle battaglie condotte quando era alla guida del Napoli, quella contro i cori razzisti o di discriminazione territoriale. "Il Napoli è una delle squadre che subisce questo tipo di atteggiamenti e la mia idea è la stessa. E ora di finirla di restare 30-40 anni indietro rispetto all'Europa".

					

Potrebbero interessarti anche...


					

Altri articoli da Calcio