Volley, Coppa Italia femminile: Piacenza vince ancora, 3-0 a Bergamo

[an error occurred while processing this directive]

Volley

Volley, Coppa Italia femminile: Piacenza vince ancora, 3-0 a Bergamo

Notizie e Video

Notizie:

Treviso, 23 feb. - Dopo 11 mesi, è ancora Rebecchi Nordmeccanica Piacenza. Le biancoblù di Gianni Caprara bissano il trionfo di Varese e al PalaVerde di Treviso conquistano la 36^ Coppa Italia di Serie A1 Femminile. Il 3-0 alla Foppapedretti Bergamo, che segue quello assestato sabato alla Unendo Yamamay Busto Arsizio, è il segno inequivocabile della superiorità delle emiliane su tutte le altre avversarie. Quarto trofeo consecutivo dopo i tre (Coppa Italia, Scudetto e Supercoppa) del 2013: una striscia vincente che assomiglia molto a un dominio incontrastato. Per il coach di Medicina è la terza Coppa Italia della carriera, così come per Meijners - tutte consecutive -, Leggeri e Ferretti. Per le rossoblù di Lavarini un weekend comunque positivo, considerata l'affermazione sulla Liu Jo Modena. In finale, sia per la precisione delle piacentine in ogni fondamentale, sia per i tanti errori in battuta delle orobiche, non c'è stata partita.


Il PalaVerde, con quasi 3700 spettatori accorsi per la giornata delle finali, continua a essere terra di conquista per la Rebecchi Nordmeccanica, che nel palazzetto di Villorba aveva festeggiato lo Scudetto lo scorso maggio. E per Lucia Bosetti, proclamata MVP come in Gara-4 dei Play Off Scudetto: 18 punti con il 57% in attacco, 0 errori e 2 muri. Piacenza comanda nel primo set, con automatismi di gioco pressoché perfetti e una Lucia Bosetti ispiratissima. La schiacciatrice della Rebecchi Nordmeccanica Piacenza passa in attacco ed è efficiente anche a muro (17-10). Coach Lavarini utilizza entrambi i time out discrezionali per dare energia alle proprie giocatrici, il secondo sul 21-13 confezionato ancora da Bosetti. Block-in di Leggeri e +9 per le biancoblù, nelle file di Bergamo Weiss subentra a Smutna in palleggio, mentre Sylla rileva Blagojevic. Un'invasione rossoblù concede il 24-15, a chiudere il parziale è la fast di De Kruijf.


L'ace di Meijners lancia subito Piacenza nel secondo (5-1). Al contrario Loda non trova per poco la riga con il suo servizio al salto e 3-8. Ferretti è lucidissima, alzata in bagher per Meijners e 11-6. La potenza della Rebecchi Nordmeccanica è travolgente, di nuovo sulla battuta dell'olandese si scava un solco importante (16-7 sull'attacco sull'astina di Sylla). Diouf è contenuta dal muro biancoblù e la Foppapedretti non trova armi alternative che funzionino: lo svantaggio raggiunge la doppia cifra (9-19). In più troppi servizi sbagliati, favori di cui le emiliane non avrebbero bisogno. Qualche errore di Van Hecke non cambia il punteggio. Sul 23-12 Diouf esce dopo uno scontro con Merlo e le subentra Klisura. Folie in rete con la fast e 24-12. Bosetti sale in cielo per scagliare a terra la pipe e 25-13. Nemmeno i tuffi di Merlo e i colpi di piede di Melandri sembrano fermare Piacenza, che parte 4-1 anche nel terzo. Ferretti e Van Hecke confezionano un recupero prodigioso, che tocca il nastro e cade nel campo di Bergamo, quasi un segnale di invincibilità. La Foppa ci riprova con ogni energia, l'ace di Smutna vale il 7-10. Le biancoblù sono caparbie anche in difesa e così non c'è margine di intervento. Muro di De Kruijf su Blagojevic, 14-10. Più presenti a muro, le orobiche arrivano fino a -2 sull'attacco di Diouf (14-16). E' solo un attimo, perché c'è il parziale di 5-0 costruito da Leggeri e Bosetti sul servizio di Bramborova. Diouf è in difficoltà e inevitabilmente l'ardore si affievolisce: la pipe di Meijners fa 24-16. Alla seconda palla match è Bosetti, MVP dell'incontro, a firmare l'ennesimo trionfo di Piacenza.

domenica, 23 febbraio 2014, ore 22.33

RaiSport 1

Espandi

Tutti i risultati

Rubriche e speciali

Rai.it

Siti Rai online: 847