Cancellara, il più forte

La sfida è stata vinta dallo svizzero. Sul podio Boonen, che ha ceduto sull'ultimo muro, e Gilbert
[an error occurred while processing this directive]
Ciclismo
04-04-2010

Cancellara, il più forte

La sfida è stata vinta dallo svizzero. Sul podio Boonen, che ha ceduto sull'ultimo muro, e Gilbert

Quella compiuta da Fabian Cancellara al Giro delle Fiandre sa di impresa: lo svizzero si aggiudica con un vero e proprio show personale la 94/a edizione della classica di ciclismo, i 261,5 km tra Bruges e Meerbeke, guastando la festa al padrone di casa, il belga Tom Boonen, partito da favorito e convinto di poter mettere a segno la tripletta, dopo i successi nel 2005 e nel 2006. Il suo volto deluso al traguardo, sul podio ma non sul posto del vincitore, la dice lunga su quanto il belga credesse di poter far sua la corsa di casa.

Dunque una partita a due tra Boonen e Cancellara dominatori della 94° edizione del giro delle Fiandre la classicissima del nord.Il più forte è Cancellara ma è Boonen che ci mette l'anima perchè sulle sue strade non vuole perdere. La corsa fino all'ultimo muro si è giocata sempre sul duello tra i due il resto è dietro con notevole distacco.

L'attacco inizia a 45 km dal traguardo ma si concretizza sull'ultimo strappo tra due ali di folla ai
piedi del Grammont. E' la svolta davanti al muro per eccellenza dopo 240 km di corsa nelle gambe. A 15 km parte Cancellara e davanti al passo della chiesa della Madonna della montagna Boonen cerca di riprendere lo svizzero.

Le doti del corridore elvetico si sono viste da quando a 40 km dall'arrivo ha costretto a uscire allo scoperto il fiammingo. E' il momento chiave forse di un'intera stagione. 18 sono i secondi tra i due corridori e per il 'treno di Berna' non c'è sosta.

Il vantaggio si allunga e limpresa è quella da incorniciare. Un'impresa alla Merckx, commentano i tecnici. E' impressionante il distacco affibbiato a Boonen da sottolineare che Cancellara non ha avuto compagni di squadra mentre Boonen ne ha due.

Cassani in telecronaca critica la strategia avventata di Boonen ma lui se l'è giocata così e a pochi chilometri paga pegno. Un Fiandre che rimarraà a lungo negli occhi del pubblico assiepato al ciglio del percorso (più di un milione secondo le stime) e dei telespettatori.

Rimane in cassaforte il record di Fiorenzo Magni l'unico a vincere tre volte il Fiandre visot che Boonen si è fermato a due. E' mancato quest'anno Pozzato che poteva tranquillamente dire la sua. Il ritmo continua altissimo e all'ultimo chilometro il distacco è di 1 minuto e 10 secondi.

Cancellara lo scaramantico alla Tv fa vedere la sua medaglietta portafortuna mentre si appresta a schiacciare gli utlimi metri dietro le spalle e in scioltezza alza le mani e tra le mani stringe la bandiera svizzera.

Nell'albo d'oro del Giro delle Fiandre Cancellara succede al belga Stijn Devolder, vincitore delle ultime due edizioni, ed ottiene il secondo successo elvetico 87 anni dopo l'affermazione di Heiri Suter (1923). Cancellara aggiunge il Giro delle Fiandre ad un palmares già impreziosito da una Milano-Sanremo, una Parigi-Roubaix, tre titoli iridati a cronometro, un oro ed un argento alle Olimpiadi.
p.p.

Ordine d'arrivo del 94/o Giro delle Fiandre

1. Fabian Cancellara (Svi/SAX) 261,5 km in 6h25'32'' (media 40,732 km/h)
2. Tom Boonen (Bel/QST) a 1'15''
3. Philippe Gilbert (Bel/OLO) 2'11''
4. Björn Leukemans (Bel/VAC) 2'15''
5. Tyler Farrar (Usa/GRM) 2'35''
6. George Hincapie (Usa/BMC) s.t.
7. Roger Hammond (Ing/CTT) s.t.
8. Maxim Iglinskiy (Kaz/AST) s.t.
9. Danilo Hondo (Ger/LAM) s.t.
10. William Bonnet (Fra/BTL) s.t.
11. Johnny Hoogerland (Ola/VAC) s.t.
12. Stijn Vandenbergh (Bel/KAT) s.t.
13. Mathew Hayman (Aus/SKY) s.t.
14. Lloyd Mondory (Fra/ALM) s.t.
15. Matti Breschel (Dan/SAX) s.t.
16. Bernhard Eisel (Aut/THR) s.t.
17. Steve Chainel (Fra/BTL) s.t.
18. Frederic Guesdon (Fra/FDJ) s.t.
19. Maarten Wynants (Bel/QST) s.t.
20. Marcus Burghardt (Ger/BMC) s.t.

Rai.it

Siti Rai online: 847