[an error occurred while processing this directive]

Basso rinuncia al Giro

Il due volte campione della Corsa Rosa costretto al ritiro per una ciste perineale
[an error occurred while processing this directive]

Giro d'Italia 2013

Basso rinuncia al Giro

Il due volte campione della Corsa Rosa costretto al ritiro per una ciste perineale

A 48 ore dal via da Napoli il Giro d'Italia perde uno dei suoi grandi protagonisti. Ivan Basso, 35anni, due volte vincitore della corsa rosa (nel 2006 e nel 2010), e' costretto al forfait.


Il varesino della Cannondale soffre di una grossa ciste perineale che gli impedisce di salire in sella. Dopo un controllo ieri in una clinica di Castellanza, oggi con i medici e il team manager ha deciso di rinunciare al Giro. Verrà sostituito da Damiano Caruso. Il problema si e'presentato dopo il Romandia dando anche febbre.


"Ieri mattina, al risveglio - informa il team -, Basso ha notato con spiacevole sorpresa una evidente e grossolana tumefazione della regione perineale che in alcun modo, neppure in forma lieve, si era manifestata nei giorni precedenti. Dopo un immediato consulto con il medico sociale della Cannondale Pro Cycling, Roberto Corsetti, Basso e' stato sottoposto a una visita  specialistica presso la Clinica MultiMedica di Castellanza (Varese).


L'esito ha immediatamente escluso patologie serie. Cio' nonostante e' stata accertata la presenza di un grosso ascesso perineale in fase di organizzazione che, purtroppo, non e' risultato aggredibile mediante agocentesi. Per tutta la giornata di ieri il corridore, seguendo le direttive del dottor Corsetti, ha messo in atto tutte le procedure terapeutiche (antibioticoterapia locale e sistemica, farmaci antinfiammatori e antiedemigeni, eccetera).
La situazione clinica e' stata oggetto di continuo monitoraggio fino al consulto serale presso l'hotel di Caserta, dove la squadra si e' ritrovata per la corsa rosa. Questa mattina, al risveglio, dopo un'ulteriore valutazione della lesione e' emersa la totale impossibilita' di Basso a pedalare durante i prossimi giorni".


"Il dottor Corsetti, di comune accordo con l'atleta, con il team manager Amadio e con i DS Zanatta, Mariuzzo e Volpi - continua la Cannondale - ha dunque deciso di non consentire all'atleta di essere al via e di poter onorare il Giro d'Italia. In via precauzionale la Cannondale Pro Cycling aveva gia' convocato Damiano Caruso che nella tarda serata di ieri aveva raggiunto i compagni". Il Giro d'Italia, dunque, perde uno dei protagonisti piu' attesi ancor prima del via. Ivan Basso fara' ritorno a casa oggi, nel primo pomeriggio, e gia' domani "si sottoporra' a esami specialistici clinici e strumentali per meglio definire l'origine della formazione ascessuale e la piu' corretta impostazione terapeutica. Solo al termine di tali accertamenti si potra' essere piu' precisi circa i tempi di recupero e di ritorno all'attivita' agonistica". 


"E' un infortunio arrivato in modo inaspettato. Sono davvero molto triste di non poter partecipare a questa edizione del Giro". Queste le prime parole di Ivan Basso, concesse in esclusiva a Mattina Sport su Raisport 1, a poche ore dalla notizia della sua rinuncia perinfortunio alla corsa rosa. "Ero arrivato pronto per affrontarlo al meglio e sono convinto che avrei potuto fare bene. E' la corsa che amo di piu', ma tornero' certamente il prossimo anno e saro' ancora piu' forte", ha aggiunto il leader della Cannondale che ammette di essere "con il morale a pezzi, ma la prima cosa che faro' sara' sistemare questo problema e ripartire subito per affrontare al meglio il Tour de France e la Vuelta. Sono un atleta che ha gia' passato momenti difficili, riusciro' a superare anche questo". In un comunicato stampa diramato stamane, la Cannondale Pro Cycling ha reso noto che Basso e' stato costretto al forfait per un "un ascesso perineale". 
giovedì, 2 maggio 2013, ore 10.50
[an error occurred while processing this directive]

Rai.it

Siti Rai online: 847