La Camera Oscura

di Massimo Angeletti
[an error occurred while processing this directive]
Motori
28-04-2012

La Camera Oscura

di Massimo Angeletti

    Come ha sottolineato Enrico Borghi nella sua Versione n3 la “crisi” di Valentino Rossi va al di là del fatto tecnico. Certamente ha dovuto affrontare nella sua vita, come tutti gli esseri viventi, vari problemi. Da quando è diventato il numero uno del motociclimo moderno però non si è mai trovato difronte a problemi che non sa come affrontare e che forse non può risolvere.


    I rapporti con la Ducati sono ai minimi termini, anche quello che era, ed è, un punto di riferimento, ovvero il suo capotecnico Jeremy Burgess, non riesce a trovare il bandolo della matassa. Non c’è più Masao Furusawa, l’uomo che ha reso possibile un epoca meravigliosa in Yamaha, e quando non poteva risolvere problemi, c’era qualcuno che li risolveva per lui, almeno tecnicamente. Oggi non è più cosi.


    Ha 33 anni e forse comincia a guardare alla sua vita in maniera differente, con maggior maturità, consapevole che non potrà cambiare di molto una situazione perdente. Per quanto lui sia immenso c’è qualcosa più grande di lui, un problema che non ha altra soluzione che la separazione.. Certo  raramente si è visto un Valentino Rossi così perdente e raramente con una rasseganzione da far tenerezza. Intorno a lui non c'è più giovialità e leggerezza ma pesantezza e delusione, qualcosa che si aggrappa dentro



    Massimo Angeletti

    Rai.it

    Siti Rai online: 847