Manchester in semifinale

I Red Devils vincono anche il ritorno dei quarti: 2-1 al Chelsea, Ancelotti a rischio
[an error occurred while processing this directive]
Champions League
12-04-2011

Manchester in semifinale

I Red Devils vincono anche il ritorno dei quarti: 2-1 al Chelsea, Ancelotti a rischio

Il Manchester United batte il Chelsea per 2-1 nel ritorno dei quarti di Champions League e si qualifica per le semifinali. I Red Devils passano in vantaggio al 43' grazie ad Hernandez, imbeccato da Giggs. Nella ripresa, al 77', arriva il pareggio del Chelsea, rimasto in 10 per l'espulsione di Ramires. E' Drogba a riaprire i giochi. Non passa neanche un minuto e Park chiude definitivamente la gara, su assist del solito Giggs. In semifinale lo United affrontera' una tra Inter e Schalke.

 

Il Chelsea saluta la Champions League, un commiato all'Europa che prelude quello di Carlo Ancelotti allo Stamford Bridge: la sua avventura inglese è forse arrivata al capolinea.

 

Dopo la sconfitta nei quarti di finale contro il Manchester United (2-1 all'Old Trafford) che vola in semifinale per la quarta volta negli ultimi cinque anni, Roman Abramovich è determinato a voltare pagina. Ancelotti - al quale stasera sara' rimproverata anche la scelta di tenere Drogba in panchina per dare ancora fiducia allo spuntato Torres - resterà fino al termine della stagione ma, nonostante il contratto fino al 2012, il prossimo anno toccherà ad un altro tecnico inseguire l'ultima ossessione del patron russo, la Champions appunto. E per il tecnico italiano potrebbe spalancarsi un rientro in Italia, sulla panchina della nuova Roma targata Thomas Dibenedetto.

 

E dire che l'avvio del Chelsea all'Old Trafford è incoraggiante. Nel primo quarto d'ora i blues, più reattivi e dinamici, vanno alla conclusione in rapida successione. La prima capita sulla testa di Fernando Torres, ma la sua deviazione volante termina a lato. Così come il destro di Nicolas Anelka, su assist dello stesso Torres. Il primo intervento di Edwin Van der Sar è per bloccare il rasoterra di Frank Lampard.

 

Inizialmente ingolfato, lo United impiega mezz'ora per carburare, alzando ritmi e baricentro. Ma è sorprendente per efficacia e concretezza. Due occasioni e due gol. Il primo dei quali annullato - giustamente - per fuorigioco di Javier Hernandez. Non il secondo, allo scadere della prima frazione. Sempre di 'chicharito' che devia sottomisura il traversone di Ryan Giggs, intramontabile campione. La 18ª rete stagionale del messicano coincide con il 500° gol europeo dello United.

 

Il Chelsea rientra negli spogliatoi con una montagna da scalare. Ad inizio ripresa Ancelotti sconfessa il suo azzardo iniziale, Torres, il cui digiuno col gol si allunga a 696 minuti. Un'eternità al suo posto entra Didier Drogba che si fa subito vedere con un diagonale rasoterra. Generosi non meno che caotici, i blues si affidano alle conclusioni dalla distanza, ma senza precisione. Quando restano in dieci per l'espulsione di Ramires (doppio giallo per lui) il loro destino appare irrimediabilmente segnato.

 

Nella bolgia del "teatri dei sogni" però Drogba ha un guizzo d'orgoglio: il suo diagonale riaccende le speranza del Chelsea. Ma la parità dura meno di un minuto perché‚ appena il gioco riprende, Park Ji-Sung archivia la pratica. E mette il suggello sulla vittoria, e sulla qualificazione. Addio Champions, addio Carletto: la dura legge di Abramovich non prevede appelli.

(fonte: ANSA).

Rai.it

Siti Rai online: 847