Siena e Bologna in finale

Coppa Italia | Hanno eliminato l'Air Avellino (73-61) e Angelico Biella (83-53)
[an error occurred while processing this directive]
Basket
20-02-2010

Siena e Bologna in finale

Coppa Italia | Hanno eliminato l'Air Avellino (73-61) e Angelico Biella (83-53)

    Come da pronostico la finale di Coppa Italia di basket vedra' di fronte la Virtus Bologna contro la Monte Paschi Siena dopo le semifinali.

     

    I bolognesi hanno battuto l'Air Avellino per 73-61 (13-8, 42-29, 58-49, 73-61 i parziali).

    I senesi hanno battuto l'Angelico Biella per 83-53 (19-10;17-17;25-8 ;22-18 i parziali).

     

    Bologna, gia' detentrice di otto trofei, centra la finale per la quarta volta consecutiva, del tutto scontata l'affermazione mensanina sulla malcapitata Biella.

     

    Nulla da fare per l'Air, organizzatrice del torneo, che contro Bologna ha provato di tutto, trovando pero' nella difesa orchestrata da coach Lardo un baluardo insuperabile. Partenza decisa dei felsinei con Collins che trova due centri dalla distanza e a 8'19" Bologna e' gia' sopra di 6.

     

    La reazione irpina parte dalle mani morbide di Nelson. Splendido il duello tra i due numeri 11 Collins e Brown. Un gancio di Akyol e l'uscita di Collins innervosiscono Bologna che sembra smarrire la via del canestro, mentre Avellino fa enorme fatica a perforare la difesa bunker avversaria. Il punteggio langue sull’11 a 8 per i felsinei a 2'04", ampliato da una penetrazione vincente di Koponen che fissa il quarto sul 13 a 8.

     

    Il sigillo di Fajardo con cinque personali di fila fa da cornice all'inizio del secondo periodo. Una tripla di Lauwers mitiga i danni ma il problema vero per l'Air e' superare la trappola difensiva escogitata da lardo. Avellino ci prova piu' volte, sempre con scarso risultato mentre Bologna, complice l'incontenibile Koponen, supportato da un Fajardo chirurgico finisce sopra di 14 (27-3 a 4'5").

     

    Troutman e Brown fanno del loro meglio, ma l'intensita' difensiva di Bologna consente solo centri dalla distanza o dalla lunetta, mentre Collins e prato continuano a macinare punti restituendo al riposo lungo un confortante margine di sicurezza (42 a 29).

     

    Avellino torna in campo determinata. Brown ne mette dentro cinque di fila e l'Air ritorna in partita (47 a 40 a 4'36"). Sulle spalle del suo piccolo grande uomo si inventa la forza e l'orgoglio per uno spettacolare recupero. La rimonta sembra cosa fatta ma un uno-due da brividi confezionato dal duo Maggioli-Collins in soli 26 secondi riporta i virtussini sulla sirena sul 58 a 49.

     

    Ultimo quarto. Il quarto fallo di Brown e la mano calda di Vukcevic pompano acqua sugli entusiasmi del Paladelmauro. Bologna amministra con sufficiente autorevolezza il vantaggio e accede meritatamente alla finale.

     

    Siena, invece, come ci ha ormai abituati da anni, gioca con l'avversario alla stregua di un gatto col topolino. Pianigiani prova a dosare le energie, ma deve fare i conti con Biella che non ci sta a recitare il ruolo di vittima sacrificale e che annulla con Aradori e Garri lo svantaggio iniziale di cinque a 2'38", per poi trovare sorprendentemente il sorpasso.

     

    L'euforia si esaurisce in qualche attimo perche' McIntire, che nella partita inaugurale era sembrato un po' fuori condizione, inserisce il pilota automatico e Siena, con una disarmante naturalezza, chiude il periodo con un vantaggio di 9 (19 a 9). L'ostinazione di Garri e compagni impedisce ai mensanini di allargare il divario e si va al riposo lungo con uno svantaggio ancora accettabile (36 a 27).

     

    Si riprende da dove avevamo lasciato. McIntire, ancora lui , piazza di fila due triple stratosferiche e stavolta apre un'autostrada (48 a 31 a 6'37"). Lo straordinario impianto di gioco senese trova la sua migliore espressione nell'ultimo possesso con un canestro di Eze dall'assurdo quoziente di difficolta' che rimanda tutti a casa per l'appuntamento finale di domani con Bologna.

    Rai.it

    Siti Rai online: 847