Ala Mercedes? La Lotus non esclude una protesta

Il nuovo sistema Mercedes è già sotto inchiesta
[an error occurred while processing this directive]
Motori
17-03-2012

Ala Mercedes? La Lotus non esclude una protesta

Il nuovo sistema Mercedes è già sotto inchiesta

    Primo Gp dell'anno e primi veleni in pista. L'ala mobile posteriore della Mercedes fa discutere e, come riferisce il magazine Autosport, e' finita nel mirino della Red Bull e della Lotus.

    Le due scuderie, a quanto pare, hanno invano chiesto alla Federazione internazionale (Fia) di giudicare irregolare l'elemento che e' dotato di un dispositivo simile all'F-duct. Il meccanismo permette di indirizzare l'aria attraverso le paratie laterali e di migliorare la velocita' di punta.
         
    A Melbourne, la Fia non ha adottato nessun provvedimento nei confronti della Mercedes: la Lotus, pero', spera che l'argomento venga discusso nuovamente e chiarito in maniera definitiva. ''Vorremmo sederci al tavolo con la Mercedes e con Charlie Whiting (delegato Fia, ndr) per capire meglio la situazione. Un reclamo? E' una possibilita', ma valuteremo piu' in la'. Posso dire che noi e la Red Bull non pensiamo che il sistema sia legale'', dice Eric Boullier, boss della Lotus.
         
    In realta', la posizione delle due squadre non sembra condivisa da tutte le altre scuderie. Martin Whitmarsh, team principal della McLaren, ritiene che l'ala della Mercedes ''sia regolare in base alle norme attuali''. Il sistema sviluppato dalla Mercedes non prevede un intervento diretto del pilota sull'attivazione dell'F-duct. ''C'e'un'eccezione prevista dal regolamento e'' la Mercedes ''ha fatto riferimento a quest'eccezione''.

    Rai.it

    Siti Rai online: 847