Sciopero: Lucarelli, troppa demagogia

'Giocatori si fermano per i loro diritti, non per i soldi'
[an error occurred while processing this directive]
Calcio
01-12-2010

Sciopero: Lucarelli, troppa demagogia

'Giocatori si fermano per i loro diritti, non per i soldi'

    ROMA, 1 DIC - 'In Italia non difettano certo demagogia e moralismo: visto quel che si e' detto dello sciopero dei calciatori, mi viene da pensare che a questo Paese' non manchino i professori di demagogia. Cosi' Cristiano Lucarelli, attaccante del Napoli e membro del direttivo Aic, dopo le polemiche per lo stop dei calciatori di serie A l'11 e 12 dicembre. 'Non e' uno sciopero, perche' la giornata si recupera e non c'e' danno economico per le tv - ricorda -. Noi lottiamo per i nostri diritti, non per i soldi'.

    Rai.it

    Siti Rai online: 847