Defago vince la discesa dello Stelvio

L'azzurro Paris è nono, fuori Innerhofer
[an error occurred while processing this directive]
Sport invernali
29-12-2011

Defago vince la discesa dello Stelvio

L'azzurro Paris è nono, fuori Innerhofer

BORMIO (SONDRIO), 29 DIC - Gli svizzeri finalmente ce l'hanno fatta e sono riusciti per la prima volta a vincere la discesa della massacrante pista Stelvio di Bormio. Anzi, hanno realizzato una doppietta sui 3.270 metri spaccagambe di questo tracciato. Vittoria per  il veterano Didier Defago in 2.01.81 - classe 1977 e quarto successo in cdm oltre che  campione olimpico a Vancouver - e secondo posto per il suo connazionale Patrick Kueng in 2.02.10. Terzo   l'austriaco Klaus Kroell in 2.02.23     


Per l'Italia - con Christof Innerhofer debilitato da troppi incidenti e pure da una forte influenza - la Stelvio e' tornata cosi' ad essere pista proibitiva. Il migliore e' stato l'altoatesino Dominik Paris , ma solo al 9/o in 2.03.04.  Molto piu'  indietro sono finiti Peter Fill in 2.03.95 e Matteo Marsaglia in 2.04.58 mentre Mattia Casse non ha finito la discesa per aver perso uno sci pur riuscendo a restare in piedi. Situazione sempre piu' pesante invece per  Werner Heel che ha chiuso dopo la banda in 2.06.60. Ormai da troppo tempo l'altoatesino, uno dei velocisti con maggior talento con tre successi e vari podi in cdm, non riesce piu' a trovare feeling con i propri materiali e con le gare. Per lui e' crisi profonda a cui bisogna porre rimedio per non perdere precocemente un grande campione.    


Christof Innerhofer, unico italiano ad avere mai vinto sulla Stelvio, dove le grandi curve centrifughe non concedono un attimo di tregua agli atleti e si arriva in fondo sfiniti,  oggi e' finito fuori per salto di porta e rischiando una brutta caduta. L'azzurro ha avuto un avvio di stagione davvero sfortunato: caduta in allenamento con pesante trauma cranico, altra caduta con gran botta quando stava per riprendersi e poi , nei giorni scorsi, una mega influenza con febbre a 40. Christof, che e'un combattente, ha voluto comunque gareggiare oggi. Ma si e' dovuto arrendere. ''Una botta qua, una botta la' e poi anche la febbre: in questo periodo ho perso cinque chilogrammi. La stagione e' cominciata male. Adesso spero nel 2012'', ha detto sconsolato l'azzurro per il quale il 2011 e' stato comunque l'anno del trionfo e delle tre medaglie ai Mondiali di Garmisch.    


Con la gara di oggi, ultima dell'anno, il norvegese Aksel Svindal, oggi 6/0, e' tornato in testa alla classifica generale di coppa del mondo con 456 punti superando lo slalomista austriaco Marcel Hirscher. L'americano Bode Miller, oggi 5/0, e' passato invece al comando della classifica di discesa con 174 punti superando  la rivelazione elvetica Beate Feuz oggi vittima - ma senza danni - della Stelvio..    La prossima gara uomini sara' lo slalom speciale pomeridiano di Zagabria, il 5 gennaio 2012. Per l'Italia torneranno in pista Giuliano Razzoli e Cristian Deville pronti ad ottenere altri risultati e soddisfazioni che ai velocisti ancora mancano. 

Palinsesto
IL TGSPORT
RACING 4
VELA A VELA
NUMERO 1
Domenica Sportiva | Estate
FOTO - F1
Champions League
FOTO | X Figthers World Tour
POMERIGGIO DA CAMPIONI
Il Processo del Lunedì
TUTTI I GOL DELLA A
REPARTO CORSE
RADIOCORSA
Lega Pro
HOCKEY SU PISTA
RADIO RAISPORT

Rai.it

Siti Rai online: 847