Una situazione delicata

Le riflessioni sul motomondiale di Massimo Angeletti
[an error occurred while processing this directive]
Motori
24-07-2011

Una situazione delicata

Le riflessioni sul motomondiale di Massimo Angeletti

    Rossi scalpita, Ducati soffre una situazione che è al limite della sopportazione: quella di un campione costretto a lottare nelle profonde retrovie, quella di un’azienda la Ducati che deve quanto prima trovare una soluzione tecnica per un mondiale mortificante. Tanto più che Ducati ha fatto dell’avanguardia tecnologica un suo pregio, che si traduce in una fidelizzazione del ducatista, divenuto un vero e proprio status motociclistico.

     
    Si tratta di ripensare un progetto, perchè con la moto attuale Rossi non si sente tranquillo, non rischia e non ottiene I risultati che merita e che vorrebbe.

     
    Sembra che la casa di Borgo Panigale viva in questa congiuntura anche una guerra interna tra il reparto corse ed il Marketing, visto che si sta lavorando ad una produzione che porterà nei punti vendita le repliche del prototipo della Motogp.

     
    Cambiare progetto adesso, oltre ai costi della ricerca avrebbe come contrappeso questo aspetto commerciale, di non secondaria importanza.

     
    Serve un telaio, Rossi lo ha sottolineato fin dal novembre scorso quando salì per la prima volta sulla rossa, e tutto il lavoro svolto sin qui non ha prodotto risultati: oggi Rossi pretende una soluzione differente. Sembra che la progettazione di un telaio sia stata chiesta esternamente, si parla di FTR, la casa inglese che già opera in MOTO 2 e che fornisce telai nel cross alla KTM.

     
    I prossimi giorni saranno cruciali per capire quale direzione prenderà il rapporto tra Rossi e la casa bolognese. Certamente è una situazione sempre più insostenibile

    Rai.it

    Siti Rai online: 847