De Laurentiis: "Scudetto? Pronunciamolo"

"Vedremo cosa fare con Inglese, grandissimo giocatore e maturo"

"Scudetto? E' una parola che si può pronunciare, ma essere primi oggi non significa nulla, conta stare in testa a marzo". Aurelio De Laurentiis racconta le proprie sensazioni sull'inizio stagione del Napoli e parla anche del futuro.

"Fortunatamente - dice - quest'anno si sa che Mertens è un 'falso nueve' e non c'è stato un immeditato problema con l'infortunio di Milik. A gennaio c'è il mercato di riparazione, poi circa 15 giorni di stop dopo la Befana nel periodo di mercato e vedremo cosa si potrà fare. Inglese è un grandissimo giocatore, è maturo e gioca nella squadra di Campedelli che io stimo molto".

Informativa breve

Il sito Rai utilizza cookie tecnici o assimiliati e cookie di profilazione di terze parti in forma aggregata, per rendere più agevole la navigazione, garantire la fruizione dei servizi e se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui - Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie.