Yukon Artic: fallisce l'impresa di Zanda

L'ironman cagliaritano si ritira per congelamento, gara a -50 gradi

Yukon Artic: fallisce impresa ZandaSi è conclusa ieri notte l'avventura dell'ironman cagliaritano Roberto Zanda, impegnato nella Yukon Artic Ultra, la maratona in solitaria sulle nevi del Canada dove il termometro scende anche a -50 gradi. Una lunga "corsa", la più impegnativa del pianeta, 489 chilometri da percorrere in una settimana, partita il primo febbraio. Roberto "Massiccione" Zanda - ultimo italiano rimasto in gara - è stato costretto al ritiro dopo aver percorso 319 chilometri, era l'ultimo dei tre concorrenti rimasti in gara, prima di lui si erano ritirate altre 17 persone.

Nella giornata di mercoledì ha percorso diversi chilometri, poi si è fermato da solo per riposarsi e scaldarsi, ma le temperature che durante la corsa hanno raggiunto anche i -40 non gli hanno permesso di proseguire. È stato soccorso con un elicottero dopo uno stop durato 14 ore: aveva un principio di congelamento alle mani e alle gambe.

  • visualizzazioni
  • condividi
  • pubblicato08.02.2018
  • voto
    00
    ;;;;;