Williams trionfa, Errani ko

Medical Timeout per la romagnola

williamnsSara Errani, la prima finalista azzurra a Roma dell'Era Open, era scesa in campo determinata, convinta, decisa a giocarsi una partita che quasi tutti avevano già bollato come impossibile. Sabato, pronosticare una Serena Williams vincente per 6-3 6-0 nella finale femminile degli Internazionali BNL d'Italia, sarebbe stato assolutamente normale. E' finita con quel punteggio, ma le modalità e le lacrime fanno arrabbiare. Sotto 3 a zero dopo una partenza bruciante dell'avversaria che intimorisce più di ogni altra nella storia del tennis, la 'formica atomica' aveva cominciato a scavare nella terra rossa e nella psiche della montagna che le sta di fronte.


Era arrivata a servire per acchiappare il 4 pari, dopo aver recuperato il break di vantaggio. E la partita, in quel momento, era in bilico. Perchè anche una campionessa spietata come Serena Williams può sentire la pressione del tifo di 10.000 appassionati azzurri e del tennis intelligente di una ragazza minuta ma con il dna della predestinata. Sono le lacrime di Sara, amareggiata e arrabbiata con quel destino beffardo che l'aveva illusa, a chiudere l'edizione femminile dei 71esimi Internazionali d'Italia.


Proprio nel momento che poteva far deflagrare il centrale e dar fuoco alla miccia di una finale potenzialmente entusiasmante, 'Sarità si è stirata il flessore dell'anca sinistra. La partita è finita lì, e la fuoriclasse americana, testa di serie numero 1 e leader delle classifiche mondiali, può festeggiare il suo secondo titolo consecutivo al Foro Italico, il terzo in carriera dopo quello ottenuto nel 2002.

  • visualizzazioni
  • condividi
  • pubblicato18.05.2014
  • voto [an error occurred while processing this directive]
    ;;;;;