Vola la Renault, la Ferrari c'è

La Mercedes si nasconde, gli auguri a Lauda per i 70 anni

1550824848468_4b97786f1d386bf861a5c533a37c78b.jpgTanti giri, strategie, nuove gomme e le piccole protagoniste del cronometro.

Si chiudono così i primi quattro giorni di test invernali della Formula 1 sul circuito di Montmelò, in vista del via della stagione 2019 in Australia all'Albert Park di Melbourne il prossimo 17 marzo. Con una Ferrari apparsa sempre in gran forma e una Mercedes attenta a giocare il più possibile a nascondino, a prendersi la scena nell'ultima giornata della prima sessione è prima la Toro Rosso con il pilota thailandese Alexander Albon, al comando nella classifica dei tempi per gran parte della giornata, e poi la Renault di Nico Hulkenberg che mette a segno il miglior tempo assoluto in 1'17"393.

Tempi ottenuti da entrambi con la gomma più morbida (C5). In quarta e quinta posizione gli uomini della Mercedes che si sono divisi il lavoro: Valtteri Bottas ha battuto il compagno di squadra e campione del mondo Lewis Hamilton griffando il miglior crono pur girando di meno (34 per il finlandese contro i 58 dell'inglese).

Continua la marcia della Ferrari che oggi ha visto in pista Charles Leclerc autore di oltre 130 giri e del sesto tempo (1'18"046), mentre si è ben comportato il pilota italiano Antonio Giovinazzi che con la sua Alfa Romeo Sauber si è fermato alle spalle della Rossa con il settimo tempo ed ha inanellato ben 154 giri. "Le mie prime sensazioni sono molto positive – ha detto il pilota di Martina Franca - penso che dopo molti mesi sono riuscito a guidare in modo veloce. E' stato un sogno che si è avverato per me, sto guidando una delle più belle macchine del mondo. Kimi Raikkonen è il miglior compagno possibile per me nel mio primo anno da titolare".

Tutto il circus della F1 ha fatto gli auguri a Niki Lauda, presidente onorario della Mercedes che si sta riprendendo dai postumi di una delicatissima operazione ai polmoni. L'ex campione del mondo con la Ferrari, dato in miglioramento nel paddock di Montmelò ma che non sarà a Melbourne per il primo Gp dell'anno, compirà domani 70 anni e Bottas gli ha rivolto pubblicamente un pensiero: "Gli auguro tutto il meglio, è un mito e un brav'uomo ricco di senso dell'umorismo. Gli ho telefonato per fargli gli auguri e spero di rivederlo presto qui in pista".

  • visualizzazioni
  • condividi
  • pubblicato21.02.2019
  • voto [an error occurred while processing this directive]
    ;;;;;