Tris Milan contro l'Empoli

I gol di Piatek, Kessié e Castillejo. Rossoneri saldamente al quarto posto

1550870918287_GettyImages-1126763120.jpgIl Milan e Piatek non si fermano più. Grazie ai gol del bomber polacco, di Kessie e di Castillejo, i rossoneri superano l'Empoli a San Siro e consolidano il quarto posto in classifica. Non solo, ma per la prima volta in stagione la squadra di Rino Gattuso vince la terza partita consecutiva dimostrando di aver trovato quella continuità di risultati che fino ad ora era sempre mancata. Milan che si riporta a -1 dall'Inter nella lotta per il terzo posto, con i nerazzurri impegnati domenica a Firenze. Piatek (curiosità, in polacco vuol dire venerdì) porta a 18 il bottino di gol in campionato, a -1 dal capocannoniere Cristiano Ronaldo. Il centravanti arrivato dal Genoa si conferma letale in area di rigore, anche oggi ha fatto centro al primo pallone toccato. Dal canto suo l'Empoli può recriminare di non essere stato concreto in zona gol, perchè la squadra di Iachini ha giocato per lunghi tratti ad armi pari se non meglio dei rossoneri prima dell'uno-due da ko di Piatek e Kessie.Andrea Conti dal primo minuto e Castillejo al posto dello squalificato Suso. Sono queste le due novità nel 4-3-3 del Milan di Rino Gattuso. Al centro dell'attacco rossonero c'è ovviamente il polacco Piatek. Nell'Empoli, Iachini propone un 3-5-2 con Caputo e Farias in attacco.

Nel primo tempo, Milan subito padrone del campo ma Empoli in campo con personalità e sempre pronto a ripartire con la velocità di Caputo e Farias. Alla prima occasione i rossoneri passano con un colpo di testa di Paquetà su cross di Rodriguez, ma il VAR annulla per una posizione di fuorigioco del brasiliano. L'ex Flamengo  è un punto di riferimento costante nella manovra della squadra di Gattuso, positivo anche Castillejo pericoloso in due circostanze prima con un sinistro a giro di poco a lato e poi con un destro dalla distanza sventato da Dragowski. Dall'altra parte, la squadra di Iachini con il passare dei minuti prende sempre più convinzione e inizia a farsi vedere sempre più spesso dalle parti di Donnarumma. Con Piatek ben controllato dalla difesa toscana, prima dell'intervallo è Kessie ad andare vino al gol con un destro sull'esterno della rete.

Nel secondo tempo è l'Empoli a scattare meglio dai blocchi, con Krunic che sciupa una ghiotta occasione con un destro fuori da centro area. Il Milan però in questo momento può contare su giocatore che appena tocca la palla la mette in rete, è Piatek che al 49' sblocca il risultato con una deviazione sottomisura su cross basso di Calhanoglu. Palla al centro e sulla palla recuperata i rossoneri raddoppiano con Kessie al 51', bravo ad inserirsi dalla destra e a battere Dragowski con un delizioso pallonetto su assist di Castillejo. Empoli al tappeto. Nel finale il Milan trova anche il 3-0 con Castillejo al 67' mentre per fuorigioco viene annullato il 4-0 del neo entrato Borini al 78'. Da segnalare, infine, il ritorno in campo dopo una lunga assenza di Biglia entrato al posto di Bakayoko salutato da una standing ovation di San Siro.

I FACTS DI MILAN- EMPOLI 3-0:
Krzysztof Piatek ha trovato il gol in tutte le prime quattro presenze da titolare in Serie A con il Milan: l’ultimo giocatore a riuscirci prima del polacco era stato Oliver Bierhoff tra settembre e ottobre 1998.
Solo Lionel Messi (30) ha realizzato più gol di Krzysztof Piatek (26) nei Top-5 campionati europei 2018/19 considerando tutte le competizioni.
Krzysztof Piatek è soltanto il decimo giocatore ad aver segnato almeno quattro gol in una singola stagione di Serie A con due maglie diverse.
Il Milan non collezionava tre clean sheet di fila a San Siro da maggio 2014 in Serie A (quattro in quel caso).
Il Milan non realizzava almeno tre gol a partita in tre match di fila dal dicembre 2012 in Serie A.
In nessuna partita di questo campionato il Milan ha subito meno tiri nello specchio di quelli subiti stasera (uno).
Franck Kessié ha realizzato a San Siro tre dei quattro gol messi a segno in questo campionato.
Hakan Calhanoglu ha preso parte attiva ad almeno un gol in due match di fila per la prima volta da maggio 2018 in Serie A - anche in quel caso a San Siro contro una neo promossa.
Andrea Conti è tornato a giocare una partita da titolare in Serie A a 544 giorni di distanza dall'ultima (Milan-Cagliari ad agosto 2017).
 

  • visualizzazioni
  • condividi
  • pubblicato22.02.2019
  • voto
    00
    ;;;;;