La prima di Torino

I piemontesi superano Brescia 69-67 e vincono la Coppa Italia

1518988919285_torino basket esulta.jpegLa Fiat Torino vince la prima Coppa Italia della sua storia sportiva battendo nella finale del Nelson Mandela forum di Firenze la Leonessa Brescia con il punteggio di 69-67. A decidere una penetrazione di Vujacic a 2 secondi e mezzo dalla fine. E' stato un ultimo atto degno di una competizione che si e' caratterizzata oltre che per il 'sold out' negli ultimi tre giorni di gare e per la caduta di tutte le grandi favorite gia' ai quarti, da un equilibrio che e' stato quasi costante. Davanti agli occhi del ministro dello Sport, Luca Lotti, del sindaco di Firenze, Dario Nardella, oltre che dell'ex rossonero, Demetrio Albertini e del presidente della Lega A di basket, e' stato cosi'  Beppe Poeta ad alzare la coppa e a mandare in estasi i propri tifosi, calorosi e corretti dal primo minuto, protagonisti di una emozionante coreografia pre gara e di un sostegno ai propri beniamini che ha coinvolto anche i neutrali fiorentini, appassionati di pallacanestro.

La gara e' stata di fatto sempre stabile nel punteggio, con solo un momento davvero difficile per ciascuna delle due squadre: e' accaduto inizialmente che Torino abbia segnato solo due punti nei primi 6' di gara e successivamente nel black out e' venuta fuori la Leonessa Brescia al centro del secondo quarto, quando Blue Vander ha piazzato due triple di fila, seguito da Garrett, facendo passare i piemontesi dal meno 9 (18-27) alla parita'. Sacchetti ha fatto il bello e il cattivo per la squadra allenata da Andrea Diana perche' se e' vero che e' stato quasi micidiale dall'arco lungo, ha difeso spesso molto male, concedendo a Washington canestri molto facili.

Due triple consecutive, la prima di Luca Vitali e la seconda di Marcus Landry squarciano la partita nel cuore del terzo quarto, anche perche' subito dopo viene fischiato un antisportivo a Vujacic che fa allargare il punteggio per Brescia fino al 47-39 (26'). Il quarto fallo di Washington potrebbe essere a quel punto una mazzata per Torino ma le sette vite della Fiat non sono ancora finite e cosi' Boungou con sei punti di fila riporta sotto i suoi (51-52' al 29'). Tantissimi gli errori al tiro nell'ultimo quarto, con Torino che si affaccia in testa per la prima volta a meno 4' dalla fine (61-59). Hunt fallisce due liberi pesantissimi prima di una sfida di triple fra Landry e Boungou. Vitali sbaglia da tre, Vujacic in contropiede manda in estati Torino. M.P.V. della gara Blue Vander, autore di 11 punti ma davvero anima del roster piemontese.

| IL TABELLINO

 

  • visualizzazioni
  • condividi
  • pubblicato18.02.2018
  • voto
    00
    ;;;;;