Strootman e Manolas: "Nessuna paura di CR7"

Allenamento squadra aperto a tifosi, ma niente bagno di folla

1531414690956_GettyImages-925047814 1.jpgApplausi per Di Francesco, cori per capitan De Rossi e il 'Flaco' Pastore. Il pubblico giallorosso presente allo Stadio Tre Fontane ha salutato così l'ingresso in campo della Roma in occasione del primo allenamento aperto ai tifosi. Nessun bagno di folla però. Sugli spalti col ds Monchi a sfidare il caldo circa 700 spettatori, meno di quelli preventivati dalla società (l'invito era esteso a 2500 abbonati e sarà replicato per giovedì prossimo), ma comunque carichi in vista della prossima stagione che vedrà ai nastri di partenza una Juventus rinforzata dall'arrivo di Cristiano Ronaldo.

"Che ci frega, noi abbiamo Dzeko-gol" urlano i tifosi, sperando in un'altra stagione super da parte del centravanti bosniaco.   A Trigoria d'altronde la sfida a distanza ai bianconeri e al campione portoghese è già cominciata. "Un giocatore può fare la differenza ma non per tutto il campionato, è molto più importante la squadra" il punto di vista di Kevin Strootman che tuttavia non può fare a meno di ammettere col sorriso che CR7 "è abbastanza bravo, ma ciò che conta è lo spirito della squadra, come giochiamo insieme".

"Sicuramente l'arrivo di Ronaldo alla Juve è qualcosa di buono per il campionato, ma ci sono tante squadre che possono lottare per lo scudetto, vediamo partita per partita - le parole dell'olandese -. Qui alla Roma però non dobbiamo parlare tanto perché ogni anno diciamo che può essere quello buono. L'obiettivo è iniziare bene, farci trovare pronti, questa è l'unica cosa che conta, poi vedremo sul campo se siamo forti e possiamo lottare per qualcosa d'importante".  

Dello stesso avviso anche Kostas Manolas. "Il campo ci dirà chi è più forte. Ronaldo? È tra i più forti al mondo insieme a Messi, è un calciatore di altissimo livello, ma non sono preoccupato, non dobbiamo avere paura di nessuno - sottolinea il difensore greco -. Sappiamo che la Juve ha una rosa competitiva, ma dovrà dimostrare di essere più forte. Noi dovremo fare il massimo e vedremo quali risultati otterremo. Chi è più veloce tra me e Cristiano? Lo vedremo in campo, sono pronto a sfidarlo". Se con Alisson o meno in porta si vedrà: "Speriamo resti. È un giocatore forte e di livello, ci ha dato una grande mano nella passata stagione. Speriamo di averlo a disposizione anche quest'anno".
Il portiere continua ad essere accostato a Real Madrid, Chelsea e Liverpool, ma Monchi ha assicurato di non aver ancora ricevuto offerte formali. Sembra invece sul punto di sbloccarsi la trattativa per il rinnovo di Florenzi, con le parti più vicine sul nodo ingaggio e quindi inprocinto di chiudere l'accordo.

  • visualizzazioni
  • condividi
  • pubblicato12.07.2018
  • voto
    00
    ;;;;;
originalqstring: (none), documentUri: /dl/raiSport/Articoli/Strootman-e-Manolas-Nessuna-paura-di-CR7-a0b104e0-ef80-47bb-92bb-b48f513525cd.html