Sport tra epica ed etica

1520515641876_GettyImages-915654476.jpgIl 4 aprile 2018 torna al Teatro Sala Umberto la rassegna "SPORT tra EPICA ed ETICA”.

Le emozioni, il sacrificio e le gioie dei successi dei grandi campioni dello sport italiano, con spazio ai segreti della loro carriera e alle domande del pubblico in sala. Marco Mazzocchi conduce l’evento.


Dopo tanti sportivi (tra i quali Rino Gattuso, Maurizia Cacciatori, Roberta Vinci, Martin Castrogiovanni, Paolo Di Canio e molti altri) la rassegna ospita Yury Chechi, Bruno Conti e Giancarlo Fisichella.

SALA UMBERTO Martedì, 3 aprile, ore 21:00

YURI CHECHI - “Lo sport è stato amore a prima vista! Mi sono avvicinato per caso: mia sorella praticava ginnastica artistica. Un giorno andai a prenderla e vidi tanti bambini con decine di attrezzi meravigliosi. L’indomani tornai in quella palestra... ci rimasi 25 anni.”

BRUNO CONTI - “Lo sport? Vengo da una famiglia con 7 figli: c’era bisogno di ben altro per andare avanti. Si pensava soprattutto a cercare lavoro o ad arrabattarsi. Ma amavo troppo il baseball e il calcio... uno dei due sarebbe diventato la mia vita”.

GIANCARLO FISICHELLA - “Mio papà aveva un’officina e una carrozzeria: mi piaceva stare lì, in mezzo ai motori, già da piccolo. A 8 anni mi divertivo ad alzare e abbassare il ponte. Era destino…”

  • visualizzazioni
  • condividi
  • pubblicato11.02.2018
  • voto
    00
    ;;;;;