Ranieri: "Totti può giocare ancora per anni"

L'ex tecnico giallorosso: "A Roma c'è il Colosseo, San pietro e Totti"

1475750482041_GettyImages-00043.jpg"A Roma c'e' il Colosseo, c'e' San Pietro e poi c'e' Francesco Totti. Finche' si divertira', finche' vorra' e avra' le motivazioni che lo sorreggono da tantissimi anni, perche' smettere? Ha recepito benissimo il messaggio di Spalletti e al momento in cui il tecnico lo riterra' opportuno si fara' trovare pronto. Un giocatore delle sue qualita' puo' ancora giocare per anni".

Lo dice il tecnico del Leicester, Claudio Ranieri, poco prima di ricevere a Roma il premio Mecenate dello sport 'Varaldo Di Pietro' 2015. "Se mi e' venuta la tentazione di prendere Totti al Leicester? No. La Roma sta facendo bene - ha concluso l'ex allenatore giallorosso -, Spalletti conosce bene l'ambiente e ha sempre fatto bene. Ho fiducia in lui".    

"Sarri ha ragione - ha poi aggiunto Ranieri parlando dell'attualita' della Serie A che dice che la Juventus e' davanti a tutti - i bianconeri sono di un altro pianeta. Ha ragione perche' e' un uomo onesto e dice la verita', poi dentro di se lottera' e fara' di tutto per batterla ma questo non significa che non crede nei suoi giocatori". "Un allenatore dice quello che sente, deve promettere la realta' e ora la realta' dice che la Jvuentus e' di un altro pianeta. Che lui tentera' di batterla come fara' anche la Roma, questo e' sottinteso", ha aggiunto Ranieri, concludendo che "la Juventus ha una societa' che sta raccogliendo quanto programmato, per cui prima di caricare l'ambiente serve una societa' che riesca a sopportare il peso della Juve". 

"Balotelli sta facendo bene, lasciamolo tranquillo. Ha il tempo per riprendersi tutto quello che è nelle sue potenzialità. La Nazionale sta facendo bene - ha quindi aggiunto il tecnico del Leicester parlando del nuovo corso azzurro - e Ventura è un ottimo maestro. Io sono sempre positivo ma da allenatore dico sempre 'diamogli il tempo'. Sono passato dalla delusione della Grecia a vincere un campionato in Inghilterra ma io non sono cambiato, sono lo stesso incapace che stava in Grecia. Ora mi sento di stare a contatto tutti i giorni con i miei giocatori".

"Se vorrei tornare in Italia? Ho quattro anni di contratto al Leicester e sto benissimo, ma il calcio dice 'mai dire mai'. Se mi manca l'Italia? No, è solo un anno che sto fuori...", ha quindi concluso l'allenatore romano.

E a proposito di Roma 2024: "Non aver fiducia nei nostri imprenditori perché ci sono stati debiti vecchi che non sono stati appianati, mi sembra che sia un passo indietro proprio a livello internazionale. Abbiamo fatto una brutta figura". 

  • visualizzazioni
  • condividi
  • pubblicato06.10.2016
  • voto
    00
    ;;;;;

Commenti

Riduci