Raiola: "La Champions sta uccidendo i campionati"

Il "re" dei procuratori: "Ibra voleva il Napoli, geniale vendere Higuain"

1473943145596_5f9537ff5ab8ed44555628532d.jpg"La Champions sta ammazzando i campionati e le federazioni la lasciano fare. La federazione italiana ha permesso che la Uefa diventasse il più grande competitore della serie A. Tutti parlano della Champions, ma non è una grande piattaforma perché la vincono sempre i soliti 4 o 5. Alla fine, sappiamo che con grande probabilità Barcellona, Real Madrid e Manchester City arriveranno fino alla fine e poi potrebbero esserci delle outsider come la Juventus o il Psg. La Champions è un po' più grande di un campionato normale, ma la noia di sapere più o meno chi la vincerà è reale".

Così il procuratore Mino Raiola.

"E' strano che la Uefa che è un'associazione di federazioni possa diventare una società commerciale che organizza un torneo e che poi questo torneo sia il più grande concorrente della Premier, della Bundesliga o della Serie A. Il calcio ha bisogno di una rivoluzione e per farlo bisogna staccarsi dalla Uefa per creare un campionato non europeo dove tutti possono entrare - ha aggiunto - Ceferin? Non sono d'accordo con la Uefa, la fondazione è sbagliata non la persona che ne è a capo, penso che la Uefa non debba avere questi poteri. Per esempio, la Uefa ha una sede bellissima in Svizzera ma poi fa congressi ad Atene e mi chiedo che senso abbia. C'è sempre qualcosa di non trasparente".

"I presidenti che parlano con me, hanno la certezza che quello che è stato detto resta tra noi quindi resta tra me il Napoli e il presidente. Abbiamo scelto lo United tempo fa, era il nostro obiettivo e Ibra è stato anche l'obiettivo del club per cui siamo dove dovevamo essere. All'ultima partita di Ciro Ferrara a Napoli, Zlatan mi chiamò e mi disse che voleva finire la sua carriera a Napoli perché la mentalità dei napoletani è quella più vicina a lui e se la serie A fosse rimasta quella che era, sicuramente avrebbe potuto finire la sua carriera a Napoli de invece il campionato inglese ha preso il nostro posto", ha aggiunto Raiola.

"Avrei venduto Higuain alla Juve anche ad una cifra inferiore di 90 milioni, è stata una operazione geniale quella del Napoli. Vendere e pentirsi è sempre meglio di non vendere e pentirsi. Milik? E' stato scaricato dal Leverkusen e quando era all'Ajax era molto criticato perché non era produttivo. E' per questo che in Olanda si sono stupiti che il Napoli lo abbia acquistato a quella cifra". Su Balotelli: "Non volevo più portarlo in Italia per non dargli altre scuse per non far bene. Mario è legato a Napoli, ha una figlia napoletana e poi il tifo azzurro è unico".

  • visualizzazioni
  • condividi
  • pubblicato15.09.2016
  • voto
    00
    ;;;;;